Iperidrosi - esperienza e ricerca di collegamenti

Domande, dubbi ed esperienze di chi soffre di Sudorazione eccessiva

Moderatore: luigi

Iperidrosi - esperienza e ricerca di collegamenti

Messaggioda ana_20 » dom mar 22, 2015 4:51 pm

Sono nuova, ed è relativamente da poco che sono ossessionata da questa problematica.
Vorrei descrivere la mia storia, o perlomeno ciò che ho capito e non capito, e vedere se ci può essere qualche collegamento o soluzione nel confronto!
Premetto che io credo che ci sia una fortissima componente psicologica di base; sono una fisioterapista e sono fermamente convinta che "il corpo esprime ciò che la mente ha già elaborato", come molte malattie, c'è una forte influenza di ciò che creiamo noi con la nostra mente .

Ho 27 anni, e dall' ottobre dello scorso anno che sto andando a fondo su questo disturbo.
Sono sempre stata una persona socievole, ho tanti amici e persone che mi vogliono bene intorno a me, sono laureata e come pochi, ho un lavoro che mi permette di fare quello per cui ho studiato. Che io ricordi ho cominciato a sudare (alle ascelle) copiosamente e in qualsiasi situazione (caldo/freddo) da circa 7 anni; non sono riuscita a trovare la causa scatenante, non ho problematiche tiroidee o legate al sistema endocrino, forse qualcosa riguardo scompensi ormonali, ma nulla di evidente a livello clinico.

Non sono ancora andata da una psicologa, ma mi sta seguendo una counselour; insieme stiamo cercando di capire il Perchè.
Parlando con lei, ho realizzato di aver avuto un forte calo dell'autostima (prima ero una forza della natura emotivamente parlando) in seguito ad alcune delusioni sentimentali e ad una "sindrome dell'abbandono paterno" subito in età adolescenziale.

Da quando ho cominciato a informarmi su internet e in giro dell'iperidrosi, pare che il problema sia peggiorato; più ci penso, più sudo.
Inizialmente era tutto localizzato alle ascelle; ora sento i piedi e le mani sempre umidi e (IMBARAZZANTISSIMO) mi sento sempre bagnata alla zona dei glutei e inguine.
Se mi capita di uscire e andare a ballare con i miei amici e bere alcol, magicamente il problema sparisce (si sa, l'alcol abbassa i livelli di coscienza - ma FA MALE), se comincio a pensare "fammi vedere se sono sudata", automaticamente mi suda tutto il corpo.
Ciò mi ha fatto cominciare ad evitare situazioni che prima per me erano fonte di gioia, come uscire, fare passeggiate, andare a cena fuori, fare shopping, passare del tempo con gli altri.

In un certo senso è come se mi auto-punissi.

Dalla mente, la sensazione è diventata "fisica", nel senso che il sudore che noi espelliamo è segno di ciò che il nostro inconscio ha fomentato.

Ho provato con infusi di Salvia (ha proprietà antiidrotiche) ma la situazione non è migliorata.
Ho usato il borotalco, ma niente.
Ho provato gli assorbenti ascellari ma si staccano e sono scomodi.
Sono contraria agli antitraspiranti (perchè fanno male) anche se per sbaglio ho provato un deodorante dove maximum protection e per la prima volta non sudavo più... ma non l'ho più usato appena ho scoperto che conteneva componenti tossiche per il corpo.

Mi è capitato di sudare pochissimo una sola settimana a Gennaio, dopo aver preso la febbre alta e aver smesso di fumare per 15 giorni.
(chissà, forse anche il tabacco se eliminato definitivamente potrebbe dare al corpo un modo per ripulirsi)
Sudare serve ad abbassare la temperatura corporea - quindi ho provato a bere almeno 2lt d'acqua al giorno con relativo poco sollievo.
Ma sudare serve anche ad eliminare tossine..ed energie tossiche. Vi è mai capitato di vedere che sudate di più se siete vicino a campi magnetici, come il cellulare, pc o altro?

Per puro caso ho conosciuto una ragazza collega che soffriva di iperidrosi palmare forte (gocciolavano le mani e per una fisioterapista non è per nulla una bella cosa) e lei si è sottoposta all'intervento chirurgico di simpatectomia. Io non ho il coraggio. Non è una cosa positiva privare il corpo di qualcosa che abbiamo in dotazione dalla nascita, anche se funziona male. E ancora gli effetti collaterali non sono stati studiati abbastanza.

A volte penso che magari se non conoscessi tante cose, automaticamente non avrei neanche l'idea di questo problema e potrei conviverci, come ci convivevo quando sudavo senza accorgermene, ma ormai è fatta, e ora voglio trovare una soluzione.
E' un disturbo che è "effetto" ma è anche "causa" di disturbi legati alla psiche, e non è giusto che chi come noi ne soffre, debba sentirsi sempre a disagio e senza poter esprimere al massimo le proprie potenzialità.
Mi ripeto ogni giorno "Ok, sei sudata e quindi? cambia la persona che sei ? o quello che puoi fare? No!"
ma l'autotraining non ha un effetto duraturo perchè mezz'ora dopo sto di nuovo pensando a quanto sia repellente e a quanto mi vergogno di essere guardata dagli altri.
Prima non mi capitava, ora quando passo vicino ai negozi penso sempre di non poter indossare nulla che sia colorato.. e ora che il problema si è esteso alla zona inguinale, ogni volta che sto seduta per molto tempo, comincio a pregare di non essermi macchiata di sudore i pantaloni.

Ho cominciato a odiare il mio corpo e le sensazioni umide che mi da', e mi sono irrigidita nei confronti degli altri... perdendo tanti bei momenti e soddisfazioni.
Nei forum ho cercato disperatamente qualcuno che dicesse "Ce l'ho fatta, ho risolto." ma a parte interventi chirurgici, ho visto che non sono presenti buone notizie di questo genere.
Ho pensato anche alla ionoforesi (in riabilitazione io la uso per altri motivi) ma vorrei saperne di più.

So che mi sono dilungata in parole caotiche, ma è dura star dietro a tutti i pensieri che ti assalgono quando pensi alla maledettissima iperidrosi :)
ana_20
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 2
Iscritto il: dom mar 22, 2015 4:06 pm

Re: Iperidrosi - esperienza e ricerca di collegamenti

Messaggioda md1983 » gio mar 26, 2015 12:17 pm

Ti capisco, io vivo questa situazione da 15 anni forse. Bisogna imparare a conviverci. È una disturbo molto più diffuso, più di quello che si pensa. Alla fine dobbiamo pensare anche che, chi in un modo chi nell’altro, le altre persone hanno svariati disturbi psicofisici che provocano disagi simili a quelli nostri. E anche loro non ne parlano. Forse gran parte della popolazione. E molti hanno disturbi ben più seri. Ci può consolare il fatto che, seppur non guaribile, l’iperidrosi è un disturbo curabile. Si può tenere a bada, e si può cercare di vivere normalmente. Parlane col tuo medico – io l’ho fatto dopo parecchi anni – prova i farmaci anticolinergici e il cloruro di alluminio. Vedrai che presto riprenderai in mano il timone della tua vita. Un caro saluto.
md1983
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 224
Iscritto il: dom set 18, 2011 11:44 pm

Re: Iperidrosi - esperienza e ricerca di collegamenti

Messaggioda abax » dom mar 29, 2015 12:27 am

md1983 ha scritto: Alla fine dobbiamo pensare anche che, chi in un modo chi nell’altro, le altre persone hanno svariati disturbi psicofisici che provocano disagi simili a quelli nostri. E anche loro non ne parlano. Forse gran parte della popolazione.


Sono assolutamente d'accordo: credo sia questo il motivo per cui secondo me è anche possibile confidarsi colle persone a noi vicine, quelle di cui ti fidi di più. Infatti loro, pur non soffrendo molto probabilmente di "eritro" e "iper", avranno verosimilmente qualcos'altro che gli creerà imbarazzo, li farà soffrire, ecc.

So che mi sono dilungata in parole caotiche


Beh, è sacrosanto che tu qui possa esprimerti liberamente! 8)

Guarda Ana: condivido molte cose che dici, sul rapporto mente-corpo, sul circolo vizioso (di cui si parla spesso qui), sul fatto che pensarci possa aumentar il problema.

Una cosa però devo dirti: trovo incoerente (scusa se mi permetto) il fatto che tu stia così attenta al discorso delle tossine al punto da non voler prender in considerazione il cloruro d'alluminio (scelta rispettabilissima, come quella, sempre per evitar di assumere tossine, di diventar vegani, per dire) quando poi fumi. Inoltre, bere acqua fuori pasto (o mangiar frutta, o bere spremute, centrifughe, the verde...) è cosa per me da fare per motivi di salute, a prescindere dall' "iper"...

Ti segnalo cmq, per le questioni psicologiche, la sezione Psicologia, ma anche i topic dei rimedi di Eritrofobia, che (a parte creme e laser) possono applicarsi, secondo me, anche agli aspetti psicologici dell' "iper"...

Abax
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Re: Iperidrosi - esperienza e ricerca di collegamenti

Messaggioda ana_20 » gio apr 09, 2015 1:07 pm

Carissimi, mi è capitato la settimana scorsa (per soli 5 giorni) di non sudare per niente. Sto cercando di risalire alla motivazione ma ancora senza successo..
Intanto, ho cominciato una terapia omeopatica e continuo a essere in terapia di supporto dalla counselour.

Una cosa però devo dirti: trovo incoerente (scusa se mi permetto) il fatto che tu stia così attenta al discorso delle tossine al punto da non voler prender in considerazione il cloruro d'alluminio (scelta rispettabilissima, come quella, sempre per evitar di assumere tossine, di diventar vegani, per dire) quando poi fumi. Inoltre, bere acqua fuori pasto (o mangiar frutta, o bere spremute, centrifughe, the verde...) è cosa per me da fare per motivi di salute, a prescindere dall' "iper"...


hai perfettamente ragione, infatti ho preso spunto per cercare di condurre una vita sana a prescindere da questa problematica.
E sono d'accordissimo anche con md1983; parlandone con i miei amici mi sento più tranquilla e mi sembra anche per un attimo di sudare di meno, anche se poi purtroppo la mia mente è sempre più forte.

La domanda che mi sono posta ultimamente è: C'è sempre stata questa iperidrosi ed ero io che non ci pensavo? O, se improvvisa, così come è arrivata, possiamo farla svanire?

Possibile mai che non ci sia nessuno che sia "guarito" senza ricorrere ad interventi ?

Vi abbraccio "umidamente" :)
ana_20
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 2
Iscritto il: dom mar 22, 2015 4:06 pm

Re: Iperidrosi - esperienza e ricerca di collegamenti

Messaggioda abax » mar mag 26, 2015 10:49 pm

ana_20 ha scritto:Intanto, ho cominciato una terapia omeopatica e continuo a essere in terapia di supporto dalla counselour.
[...]
hai perfettamente ragione, infatti ho preso spunto per cercare di condurre una vita sana a prescindere da questa problematica.


Complimenti Ana per darti da fare così attivamente per migliorare le cose! 8)

ana_20 ha scritto:parlandone con i miei amici mi sento più tranquilla e mi sembra anche per un attimo di sudare di meno, anche se poi purtroppo la mia mente è sempre più forte.


Questo (e non solo questo) sottolinea la forte componente psicologica della tua "iper".

ana_20 ha scritto:La domanda che mi sono posta ultimamente è: C'è sempre stata questa iperidrosi ed ero io che non ci pensavo? O, se improvvisa, così come è arrivata, possiamo farla svanire?


In base a quanto sopra, potresti valutare la parte psicologica del problema: a questo proposito, ti segnalo la sezione Psicologia e i topic dei rimedi di Eritrofobia. Forse un aiuto può venirti dal capire perchè non hai sudato per 5 giorni: cos'è stato a far sì che non scattasse in te lo stato d'attivazione?

Abax
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia


Torna a Iperidrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti