Osservazioni personali

Paura di arrossire, esperienze a confronto tra chi soffre di questo disturbo.

Moderatore: abax

Osservazioni personali

Messaggioda Kelevra » mer gen 21, 2015 3:46 pm

Ciao a tutti, mi chiamo Marco e ho 36 anni. Soffro anche io di Eritrofobia o quello che è... non mi ritengo una persona timida e nessuno che mi conosce mi definirebbe tale, eppure in determinate situazioni avvampo violentemente, con l'inevitabile commento delle persone presenti " Sei diventato tutto rosso!" facendomi raggiungere livelli di colore violacei. Dopo il rossore parte lo "sgocciolamento" di sudore dietro la schiena e quasi spossatezza, come se avessi fatto uno sforzo. E' chiaro che si tratta di un disturbo psicologico legato all'autostima eccetera ma secondo me c'è di più, c'è proprio un problema "meccanico", un qualcosa che funziona male nell'organismo se così si può dire. Mi rifiuto di fare lampade, far finta di fare altro o usare altri stratagemmi per nascondere questo problema, ma in effetti è un problema sociale bloccante. Nel mio caso ad esempio ho problemi a stare al centro dell'attenzione e a gestire i complimenti e mi maledico per questo, dovrei essere contento no? Dovrei accrescere la mia autostima e il mio ego, magari diventare anche un pò fanatico che sò? Invece appena comincio a capire che il bersaglio dell'attenzione si sta per spostare su di me comincio a prepararmi sperando che non succeda nulla e invece sempre la solita storia. Sono un bel tipo esteticamente parlando e non ho mai avuto problemi con le donne, mi trovo quindi spesso magari in situazioni di complimenti sia da parte di uomini che donne e con il mio problema del rossore è un pò un dramma. Ti fà venire voglia di essere un fantasma trasparente, di non essere visto da nessuno così nessuno può dirti nulla. Ma cavolo non deve essere così. Sicuramente non bisogna prendere la cosa troppo seriamente, questo l'ho capito, non bisogna farlo diventare un problema vitale, perchè non lo è. E' un espressione del nostro corpo, un qualcosa che a suo modo evidenzia il fatto che siamo vivi e tra 100 anni sicuramente non l'avremo più ma pagheremmo oro per poter tornare indietro, in vita, ad arrossire un pò in preda alle emozioni.
Vorrei trovare una soluzione ma leggo che la chirurgia spesso non serve e secondo me le sole sedute dallo psicologo non basterebbero, se qualcuno avesse dei consigli sono pronto ad ascoltare, grazie.
Kelevra
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer gen 21, 2015 3:18 pm

Re: Osservazioni personali

Messaggioda abax » ven feb 13, 2015 10:54 pm

Benvenuto Kelevra! :smile:

Purtroppo ti leggo solo ora. Puoi presentarti, se vuoi, in Spazio di Benvenuto. Ti segnalo, per le altre sezioni, Psicologia.

Mi riconosco in una situazione simile alla tua nel periodo dell'adolescenza e negli anni dell'Università. Spero tu abbia visto i Topic dei Rimedi: ci sono anche psicoterapie brevi più mirate sul problema (che non escludono eventuali psicoterapie più profonde successivamente). Non c'è niente che t'interessi in quei 2 topic?

Abax
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Re: Osservazioni personali

Messaggioda krugh » mar set 15, 2015 4:42 pm

Kelevra ha scritto:Ciao a tutti, mi chiamo Marco e ho 36 anni. Soffro anche io di Eritrofobia o quello che è... non mi ritengo una persona timida e nessuno che mi conosce mi definirebbe tale, eppure in determinate situazioni avvampo violentemente, con l'inevitabile commento delle persone presenti " Sei diventato tutto rosso!" facendomi raggiungere livelli di colore violacei..


Non li sopporto nemmeno i, i cosidetti 'amici' che non perdono occasione di prenderti in giro di fronte agli altri.
krugh
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 29
Iscritto il: mar set 15, 2015 4:31 pm

Re: Osservazioni personali

Messaggioda abax » sab set 19, 2015 9:16 am

Purtroppo non si rendon conto del nostro stato emotivo: la vedon come una cosa divertente e non come vissuta male da chi la patisce.

Abax
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia


Torna a Eritrofobia, Eritrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron