Pagina 10 di 10

Re: Antihydral, vita breve?

MessaggioInviato: sab mar 20, 2010 2:45 pm
da Blue Velvet
Gli aloni gialli del sudore sulla maglietta, non c'entrano con gli antitraspiranti, o la ionoforesi o altro.
Io li ho sempre lasciati quegli aloni, anche prima che iniziassi con la ionoforesi.

Re: Antihydral, vita breve?

MessaggioInviato: lun apr 05, 2010 10:34 pm
da ema
c'è qualche "anziano" del forum che sa indicarmi un "link" per rileggere il vecchio topic dove si parlava della sperimentazione fatta da un utente (mi pare un chimico..) sulle quantità di formaldeide dell'antihidral?
Grazie
Ema

Re: Antihydral, vita breve?

MessaggioInviato: lun apr 05, 2010 10:44 pm
da abax
Ciao Ema,
non credo ci sia un topic su questo. Aveva riferito agli altri mod. La sperimentazione sui topi aveva rivelato che la quantità di formaldeide che si sprigionava era trascurabile.

Re: Antihydral, vita breve?

MessaggioInviato: gio apr 12, 2012 5:55 pm
da iperandrea73
riprendo questa discussione aperta oltre 3 anni fa per sapere se nel frattempo ci sono notizie circa la pericolosità del prodotto per via della produzione di formaldeide a contatto con il sudore. Tra l'altro mi pare di capire che in germania venga ancora prodotto in tubetti da 70g e quindi sono sempre a chiedermi come si possano conciliare i possibili effetti cancerogeni e il fatto che venga comunque attualmente ancora prodotto.

Re: Antihydral, vita breve?

MessaggioInviato: lun apr 30, 2012 3:33 pm
da alex84
buongiorno a tutti,in effetti la formaldeide è considerata a tutti gli effetti una sostanza potenzialmente cancerogena.Il problema vero sta nel capire quale sia la quantità di formaldeide che viene prodotta nel contatto tra l'antihydral e il sudore,se la quantità è trascurabile oppure pericolosa a lungo andare per la salute di chi la prende.
Un'altra questione fondamentale è capire se questa formaldeide entra in circolazione nel fisico oppure no,da come dice la ditta produttrice dell'antihydral sembrerebbe di no,ma penso che abbiano un certo conflitto d'interessi e non siano proprio imparziali al 100% :lol:
Credo che comunque,chiunque prenda l'antihydral, per sicurezza,possa farsi fare periodicamente delle analisi delle urine nelle quali venga misurata la quantità di acido formico (formaldeide) presente nell'organismo.
A me le fanno ogni due anni al lavoro visto che nell'azienda in cui lavoro c'è il rischio di esposizione a formaldeide.
La formaldeide,dobbiamo ricordare che è presente in molti cibi,viene infatti usata spesso come conservante alimentare e presente nelle colle,nelle resine e nei mobili che abbiamo in casa:chiunque,chi più chi meno, è esposto giornalmente a questa sostanza. Il tutto sta nel capire se l'uso dell'antihydral aumenti in modo significativo oppure no la presenza di questa sostanza nell'organismo. In merito a questo argomento ho mandato un'e-mail di chiarimento all'ufficio federale della sanità pubblica svizzera,che ha approvato il farmaco per la sua vendita; non appena mi risponderanno scriverò la risposta sul forum.