FORUM IPERIDROSI ERITROSI ERITROFOBIA

Oggi è mar gen 23, 2018 7:13 pm

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom ago 10, 2014 2:44 pm 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: mer lug 24, 2013 1:20 pm
Messaggi: 47
Ciao a tutti. Oggi son venuto a scoprire di questa possibilità su un gruppo di facebook sull'iperidrosi. Ero sempre stato convinto che le due parole fossero sinonimi e invece son due trattamenti diversi (seppur simili).
Dato la quasi totale inefficacia della iono fatta l'anno scorso, sto pensando di tentare questa tecnica anche perchè ormai non ho più nulla da perdere nè da provare.
L'apparecchio e l'azienda son questi http://www.bienfait.mi.it/bienfait/iontoforesi.html
Da quel che ho capito il macchinario dovrebbe costare 900 euro :shock: e 150 il noleggio mensile.
Domani proverò a contattare l'azienda per avere maggiori informazioni.
Chiunque avesse informazioni utili, le dica, volentieri.

P.s: l'unica preoccupazione è che data la inefficacia della iono potrebbe essere correlabile anche con la jonTo. Spero di no.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom ago 10, 2014 11:26 pm 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: sab set 10, 2011 1:56 pm
Messaggi: 36
Ciao, ti sconsiglio di buttare via un mucchio di soldi per una “T” ;-)
Ionoforesi e iontoforesi sono termini equivalenti, ed entrambi sbagliati per quanto riguarda l'iperidrosi. In inglese il termine per ionoforesi è “iontophoresis” e quindi iontoforesi in italiano è semplicemente un inglesismo. In ogni caso ionoforesi deriva dal greco pherein che vuol dire trasportare, ovvero trasporto di ioni che con l'iperidrosi non ha nulla a che vedere.
La tecnica della ionoforesi peraltro è stata prima ipotizzata da italiani e poi studiata dai francesi molto prima che dagli americani (come si vorrebbe fare intendere nel sito segnalato), e si è sempre trattato di far passare medicinali con una corrente elettrica.
Agli inizi del '900 nelle terme europee hanno incominciato ad applicare le correnti continue che si usavano per la ionoforesi in casi di iperidrosi, con un certo successo, e da li hanno usato il termine ionoforesi anche per questo genere di applicazioni, e negli U.S. hanno usato il termine in inglese “iontophoresis”.
Puoi fare questa prova: vai su questo link di wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/Iontophoresis e poi clicca nella colonna a sinistra su “Italiano”: ti ritroverai nella pagina corrispondente “Ionoforesi” http://it.wikipedia.org/wiki/Ionoforesi

Un tentativo di far credere che si tratta di cose diverse viene fatto anche da altre aziende che vendono apparecchi per infiltrazioni di medicinali, che sostengono che la fantomatica iontoforesi si differenzia dalla ionoforesi per uno speciale elettrodo che contiene il medicinale es. http://www.doloredoc.it/scientifico/editoriali/iontoforesi/ dove puoi leggere questa frase: “Ecco che quindi tale sistema è oggi largamente superato dalle tecnologie impiegate dalla iontoforesi, tramite la quale i farmaci contenuti in un apposito elettrodo serbatoio (reservoire da 5 ml), possono essere somministrati con il passaggio di corrente elettrica “.

Purtroppo non basta storpiare un termine per avere un apparecchio innovativo.

Confesso che tutte queste informazioni non sono farina del mio sacco, anzi in buona parte sono copia-incolla, però le ho verificate in passato essendo di natura molto scettico, e sono tutte esatte.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ago 11, 2014 9:26 am 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: mer lug 24, 2013 1:20 pm
Messaggi: 47
Purtroppo quando non ti restano soluzioni tendi un po' a vedere in qualsiasi cosa una possibile soluzione, un po' come quelli che vanno dai santoni a farsi curare le malattie. :D
Comunque il mio intervento deriva da una testimonianza di una persona che appunto dice di essersi trovata bene con questo tipo di trattamento, soprattutto dopo un fallimentare approccio con il drielle.
A livello di macchinari e di terapie probabilmente cambia poco o nulla (sempre di correnti galvaniche si tratta), presumibilmente c'è qualche differenza a livello di elettronica e di onda nel flusso di corrente.
Ripeto, essendo io pure praticamente disperato dopo i vari insuccessi con la iono con drielle, conservo un pizzico di speranza.
Probabilmete opterò per il noleggio ma prima sto provando a informarmi il più possibile.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ago 11, 2014 4:36 pm 
Non connesso
Esperto
Esperto

Iscritto il: mer dic 13, 2006 7:00 pm
Messaggi: 507
Suomy capisco tutto quello che dici, ne ho fatti io di esperimenti prima della iono (ma santoni assolutamente no, solo dottori!) e forse ho speso più dell'equivalente di 900€, anzi senza forse...
Anche per me iono=jonto, ma se dici che hai testimonianze positive (attendibili!) non ti resta che provarla.
In bocca al lupo :smile:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun ago 25, 2014 5:48 pm 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: mer lug 24, 2013 1:20 pm
Messaggi: 47
Purtroppo per motivi prettamente economici ho dovuto procastinare il noleggio e l'eventuale acquisto. Son sicuro che lo farò entro l'estate prossima, ora confido nell'abbassamento delle temperature per avere un po' di sollievo.
Comunque continuo a seguire le esperienze di altri utenti sul gruppo Fb impegnati nella iontoforesi con l'apparecchio della bienfait. Per ora noto che gli utenti che lo utilizzano, per lo più persone scoraggiate da insuccessi con altri approcci (Drielle), essere contenti e soddisfatti.
Io mi sentirei di consigliarlo a chi pensa che l'ultima strada rimasta sia esclusivamente l'intervento.
Riporto con esattezza i costi (putroppo ahime elevati):
-costo dell'apparecchio 940 euro;
-costo del noleggio mensile 150 euro (con una cauzione di 400 euro) evenntualmente scalati a fronte di un successivo acquisto;
-possibilità di effettuare una terapia in loco (a Milano) con un apparecchio professionale più potente di modo da ridure il numero di sedute.
Le sedute con l'apparecchio casalingo son di 20 minuti (10+10 con inversione di polarità).
Spero di aver fatto cosa gradita.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio ago 28, 2014 6:16 pm 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: sab gen 15, 2011 11:24 am
Messaggi: 29
fai bene a non arrenderti, anche a costo di affidarti ai santoni, d'altra parte i medici sembra non ne sappiano molto di più dei santoni ;-)
Però un consiglio spassionato, se vuoi provare inizia con il noleggio. Anche sul forum legato all'apparecchio Idromed viene giustificato un prezzo altissimo con prestazioni dichiarate di gran lunga superiori al drielle, e ci sono pure testimonianze di chi è passato dal drielle all' idromed, quando però poi vai a verificare da altre fonti leggi esperienze di persone che con l'idromed non hanno ottenuto nessun risultato o altre che passando da drielle ad idromed hanno avuto problemi ad ottenere i risultati e fastidi nell'utilizzo (ne trovi anche in questo forum se guardi tra le esperienze), in pratica tanti soldi buttati.
Quello che voglio dire, è un po' strano che ci siano così tante esperienze tutte insieme di persone che passano dal drielle al bienfait con grande soddisfazione, considerando che anche solo dalle esperienze su questo forum gli insuccessi sono molto rari ...
Poi mi sono tolto lo sfizio di guardare chi sta dietro ai due apparecchi, e faccio una considerazione che magari lascia il tempo che trova, ma il drielle è prodotto da una azienda che esiste da quarant'anni e progetta anche laser ed altre tecnologie complesse (si vedono nel sito nella parte in inglese), la bienfait è una ditta individuale di una signora. Quale delle due aziende è più probabile che abbia dietro veramente della ricerca ed abbia più esperienza ? Tra l'altro anche la presunta differenza tra ionoforesi e iontoforesi è a dir poco fumosa ...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio ago 28, 2014 10:10 pm 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: mer lug 13, 2011 5:12 pm
Messaggi: 31
Ciao, forse questa informazione potrebbe esserti utile, qualche tempo fa per curiosità ho chiesto alla bielsan se avevano studiato qualche innovazione, e mi dissero che in tanti anni avevano fatto molte prove (correnti impulsive ed altri tipi di emissione), facendo anche prove comparative con altri apparecchi, ma alla fin fine i risultati migliori in termini statistici li ottenevano con i parametri usati nel drielle.
Tuttavia mi avevano confermato che stavano progettando uno strumento particolare dedicato solo a chi non rispondeva bene al trattamento con il drielle, e che lo avrebbero sperimentato su una selezione di volontari tra i clienti che appunto avevano restituito lo strumento. Forse potresti chiedere e metterti in lista, la persona con cui ho parlato sembrava molto competente ed era molto disponibile.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it