Sulle macchine per la ionoforesi

Forum sulla ionoforesi.

Re: Sulle macchine per la ionoforesi

Messaggioda Finwe » mer apr 30, 2008 3:19 pm

freddy65 ha scritto:ciao qualòcuno conosce la macchina "bio belle"?
Ciao Freddy, io non l'ho mai sentita nominare, mi dispiace.


Oggi mi è arrivata finalmente la Jonomed Drielle! Dico finalmente ma in verità è arrivata puntualissima, nel giro di soli due giorni. Complimenti! Stasera parte ufficialmente la mia jonomed experience! :mrgreen:
Ho letto le istruzioni, ma non ho trovato le risposte che cercavo agli ultimissimi dubbi. Non vorrei essere pesante, ma approfitto dell'esperienza e della gentilezza di voi forumisti per vedere se avete qualche risposta, anzi consiglio...

1- è possibile fare una mano e un piede, invece che due mani, contemporaneamente? Sarebbe utilissimo avere una mano libera (potrei leggere o navigare su internet) ma ho dei forti dubbi sull'efficienza di questo metodo anche per quanto riguarda l'intensità della corrente da utilizzare, diversa da mano a piede. Qualcuno di voi ha mai provato?
2- Leggo sulle istruzioni "per mantenere i vantaggi di entrambe utilizzare le vaschette di alluminio inserite in vaschette un po' più grandi di plastica". Non l'ho capita... quali vantaggi portano le vaschette di plastica? Quali sono le vaschette di plastica?
3- Voi ricaricate lo Jonomed quando è scarico o ogni giorno, finito di usarlo, come leggo sulle istruzioni? Conviene davvero?
4- So che dipende dalle dimensioni e soprattutto dalla specifica sensibilità personale che ciascuno ha alla corrente, ma per avere un'idea grossolana voi quanti mA usavate all'inizio? Quanti ne consigliereste come minimo ad un ragazzo di 24 anni (alto 1.85, per avere un'idea delle mani) per avere qualche effetto?

Spero di non essere stato troppo pesante con le domande e la lunghezza del post, se così fosse scusatemi e ignoratemi! Ciao :roll:
"Le cose che amiamo ci modellano" - W. Goethe
Avatar utente
Finwe
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 12
Iscritto il: ven apr 18, 2008 2:41 pm
Località: Cremona

Re: Sulle macchine per la ionoforesi

Messaggioda xari » mer apr 30, 2008 9:28 pm

fai le due mani insieme e nel frattempo guarda qualche serie tv.

io uso due vaschette di alluminio e va bene cosi, asciugale bene appena finisci.

ricarica la batteria dopo una decina di ore di utilizzo.

prova a partire il primo giorno da 5mA, poi fai 6, 7, 8 e arriva a quanto riesci a sopportare. io non ho mai suoerato i 10mA. all'inizio le mani potrebbero risentire di amperaggi bassi, in quel caso limitati a fare il ciclo al limite della sopportazione (anche 4mA) ricordati di immergere le mani nell'acqua prima di attivare l'interruttore e di toglierle dopo averlo spento, eviterai una fastidiosa scossa.

dopo 4 applicazioni le mani potrebbero sudare piu del solito, almeno nel mio caso è stato un segnale positivo.
xari
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 173
Iscritto il: mer giu 06, 2007 9:14 pm

Re: Sulle macchine per la ionoforesi

Messaggioda glis » mer apr 30, 2008 9:36 pm

Finwe ha scritto:1- è possibile fare una mano e un piede, invece che due mani, contemporaneamente?

teoricamente sì, dipende se la tensione (i Volt) che eroga l'apparecchio ce la fanno, dovresti avere una lettura della corrente effettiva (i milliAmpère) tipo un indicatore a lancetta o altro, se il valore è quello richiesto funziona. A occhio se senti che arriva a bruciare un po', come quando fai mano-mano, è sufficiente

ho dei forti dubbi sull'efficienza di questo metodo anche per quanto riguarda l'intensità della corrente da utilizzare, diversa da mano a piede.

logicamente la corrente è la stessa e devi allinearti verso la minore, non si può avere tutto dalla vita...

utilizzare le vaschette di alluminio inserite in vaschette un po' più grandi di plastica". Non l'ho capita... quali vantaggi portano le vaschette di plastica?

semplice: quelle di alluminio portano la corrente, ma se si piega un angolo o se si bucano l'acqua te la trovi sul pavimento. tutto lì

Quanti ne consigliereste come minimo ad un ragazzo di 24 anni (alto 1.85

parti da zero e alzi, appena senti bruciare abbassi un po', indipendentemente dal colore degli occhi :wink:

ciao
Ultima modifica di glis il ven mag 02, 2008 2:02 pm, modificato 1 volta in totale.
glis
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 507
Iscritto il: mer dic 13, 2006 7:00 pm

Re: Sulle macchine per la ionoforesi

Messaggioda Finwe » gio mag 01, 2008 3:02 pm

Grazie a tutti dei consigli! Ho fatto la prima "seduta" alle mani di un'ora abbondante a 10 mA, non mi dava particolarmente fastidio, solo un pizzicore sopportabilissimo. Non me la sono sentita di provare di più. Chissà se riuscirò a mantenerlo... Per adesso va tutto bene, sono contento! Ciao!
"Le cose che amiamo ci modellano" - W. Goethe
Avatar utente
Finwe
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 12
Iscritto il: ven apr 18, 2008 2:41 pm
Località: Cremona

Re: Sulle macchine per la ionoforesi

Messaggioda Pasquale » gio mag 01, 2008 5:58 pm

Finwe ha scritto:Grazie a tutti dei consigli! Ho fatto la prima "seduta" alle mani di un'ora abbondante a 10 mA, non mi dava particolarmente fastidio, solo un pizzicore sopportabilissimo. Non me la sono sentita di provare di più. Chissà se riuscirò a mantenerlo... Per adesso va tutto bene, sono contento! Ciao!

Abbiamo inziato lo stesso giorno col ciclo di iono..io mi sn fermato quasi 2 mesi..speriamo bene
Pasquale
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 48
Iscritto il: lun mar 10, 2008 3:04 pm

Re: Sulle macchine per la ionoforesi

Messaggioda xari » ven mag 02, 2008 12:25 pm

Finwe ha scritto:Grazie a tutti dei consigli! Ho fatto la prima "seduta" alle mani di un'ora abbondante a 10 mA, non mi dava particolarmente fastidio, solo un pizzicore sopportabilissimo. Non me la sono sentita di provare di più. Chissà se riuscirò a mantenerlo... Per adesso va tutto bene, sono contento! Ciao!

partire con 10 mi sembra troppo, prova se ad amperaggi minori provi benefici in modo di non abituare la pelle da subito a valori medio alti.

controlla sempre che le vaschette non siano in contatto tra loro (e non ci sia acqua che le metta in contatto)
xari
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 173
Iscritto il: mer giu 06, 2007 9:14 pm

Re: Sulle macchine per la ionoforesi

Messaggioda Finwe » sab mag 03, 2008 12:32 am

Pasquale ha scritto:Abbiamo inziato lo stesso giorno col ciclo di iono..io mi sn fermato quasi 2 mesi..speriamo bene
Bene, tienimi informato su come va'! Ma quando dici che ti sei "fermato due mesi" significa che per tutto quel tempo non ti sono più sudate le mani? :D

xari ha scritto:partire con 10 mi sembra troppo, prova se ad amperaggi minori provi benefici in modo di non abituare la pelle da subito a valori medio alti. controlla sempre che le vaschette non siano in contatto tra loro (e non ci sia acqua che le metta in contatto)
All'inizio ho pensato anch'io che fosse troppo 10, avendo visto numeri inferiori sul forum; ma c'è anche chi mi ha detto (e pure le istruzioni dicono così) di alzare finchè mi da' fastidio e di scendere appena un po' più sotto: io fino a 15 mA sopporto senza problemi, mi guardo un dvd e me lo godo anche (ore e ore del Signore degli Anelli vers. estesa mi dureranno per un po'!) . Mi sono fermato a 10 mA per scrupolo e per paura di esagerare. A fine seduta ho le mani leggermente arrossate, si vede fin dove mi arrivava l'acqua. Ho notato anche una piccolissima bollicina bianca, che il giorno dopo mi è scomparsa. Le vaschette sono su due comodini diversi, quindi non a contatto di sicuro. I comodini hanno una base di appoggio di marmo, non dovrebbe essere un problema, o sbaglio? L'acqua è quella normale del rubinetto, appena tiepida per non gelare... o che il mio jonomed è un po' difettoso, oppure andiamo bene... per ora non è affatto una tortura, speriamo che duri!

PS: E comunque sono a 2 ore (abbondanti) a 10 mA. Domattina ancora.

PPS: ah, ecco, forse il fatto che faccio la iono di mattina, o comunque con le mani belle riposate (e non stanche e rovinate come a fine giornata), vuol dire qualcosa nel livello di corrente che riesco a sopportare... grazie comunque a tutti per tutti i consigli, grazie davvero, siete importantissimi per me! Ciao!
"Le cose che amiamo ci modellano" - W. Goethe
Avatar utente
Finwe
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 12
Iscritto il: ven apr 18, 2008 2:41 pm
Località: Cremona

PrecedenteProssimo

Torna a Ionoforesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti