FORUM IPERIDROSI ERITROSI ERITROFOBIA

Oggi è ven gen 19, 2018 4:33 pm

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer giu 13, 2007 11:41 pm 
Non connesso
Esperto
Esperto
Avatar utente

Iscritto il: mer dic 13, 2006 11:45 pm
Messaggi: 688
Fran83 ha scritto:
...Mentre per la terapia di casa m'ha consigliato di aggiungere del sale nell'acqua per aumentare la conducibilità...
...io ovviamente ho sempre abbondato...


Hai sempre abbondato col sale? :shock:
L'aggiunta di sale non ti ha dato problemi? Ti ricordi quali erano +o- i quantitativi che usavi e in quanta acqua li discioglievi?
Le tue informazioni sono molto importanti, Fran, anche perché esse mettono in discussione le mie convinzioni, ovvero che il sale disciolto in acqua e sottoposto all'azione della corrente può provocare danni seri alla pelle.
A tal proposito invito a leggere il topic:
http://www.iperidrosi.org/viewtopic.php?t=18
Ovviamente non voglio creare un noioso contraddittorio, Fran, ma visti i risultati che hai ottenuto, dalla tua particolare e unica esperienza potrebbe saltar fuori un dettaglio fin ora ignorato da noi e che potrebbe aiutarci non poco nella nostra quotidiana battaglia.
Quindi abbi pazienza :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio giu 14, 2007 4:29 pm 
Non connesso
Principiante
Principiante

Iscritto il: sab giu 09, 2007 3:43 pm
Messaggi: 10
Ciao.

Grazie per il link.. non l'avevo mai letto...

Cmq non penso che il sale sia poi così dannoso o possa generare una sostanza così dannosa... (io di danni alla pelle non ne ho avuti se non un pò di secchezza e screpolamento...)

Cmq lo dice che per quantità basse non ci sono problemi:
("Naturalmente nel caso della ionoforesi, date le basse correnti in gioco, queste reazioni non producono alte concentrazioni di sostanze dannose, anche in presenza di alte concentrazioni di sale, tuttavia la quantità prodotta può essere più che sufficiente a creare dei problemi. ")

Io ne mettevo un cucchiaio scarso per bacinella e poi dipende dalla corrente e dall'apparecchio...
Dovresti sentire il tuo medico oppure chiedi qui.

cmq penso faccia più male un pacchetto di sigarette alla settiamana... :wink:

Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom giu 17, 2007 10:20 am 
Non connesso
Esperto
Esperto
Avatar utente

Iscritto il: mer dic 13, 2006 11:45 pm
Messaggi: 688
Fran83 ha scritto:
...Io ne mettevo un cucchiaio scarso per bacinella e poi dipende dalla corrente e dall'apparecchio...
Dovresti sentire il tuo medico oppure chiedi qui...


L'argomento è stato già trattato e ne avevamo tratto la conclusione, suffragata da esperienze riportate, che non conveniva rischiare.
Chi ha la pazienza di leggere troverà la discussione nel mio Topic http://www.iperidrosi.org/viewtopic.php?t=124 (fine pagina 5/6, inizio pagina 6/6).

Riporto però il dotto intervento di Glis :wink: :
il 16.10.06 alle ore 19:50:59 Glis ha scritto:
Un po' di teoria: i sali in acqua servono ad aumentarne la conducibilità (ci sono disciolti naturalmente, l'acqua distillata da sola condurrebbe male), quindi a ridurre la resistenza (o impedenza) nel percorso di passaggio della corrente, dal morsetto '+' passando per l'acqua di una bacinella, pelle, braccio ecc., e viceversa fino al morsetto -). La somma di queste resistenze è la resistenza totale del percorso.
Per portare la corrente (milliAmpère) che noi richiediamo sulla resistenza totale serve una tensione (Volt) proporzionale. Per esempio al drio che fa un percorso cortissimo tra mezza mano e l'altra mezza mano basta una batteria da 9V, se usate il drio da mano a mano (per esempio intingendo i due indici nelle vaschette) con 9V esce una corrente bassissima, ipotizzo 1-2 mA, infatti gli apparecchi professionali, o come li vogliamo chiamare, per fare questo hanno dentro un elevatore di tensione, che permette di moltiplicare 3-4-5 o più volte la batteria.
Se l'apparecchio non riesce a fornire una tensione sufficientemente alta (perchè il percorso che richiediamo è troppo lungo o perchè la batteria è scarica), la corrente diminuisce rispetto alla regolazione che impostiamo, e niente ci avvisa di questo, a meno chè non abbiamo un indicatore della corrente effettiva (sul mio l'ho montato, ma mi sa che nessuno di quelli che ho visto in foto ce l'ha, nonostante i prezzi...) e ci accorgiamo che nonostante ruotiamo la manopola la corrente oltre un certo valore non sale.
Il percorso nell'acqua è solo un segmento del percorso totale che la corrente deve fare. Se è il nostro apparecchio a regolare correttamente la corrente "migliorare" l'acqua non serve, se invece la batteria si scarica aggiungere conducibilità all'acqua ci permetterebbe solo di sfruttare un po' di più la batteria scarica, ma sarebbe molto meglio misurare la corrente per sapere quando quella impostata cala troppo rispetto a quella a batteria carica.
Ricordo inoltre che la corrente porta la sostanza disciolta dentro la pelle, e c'è gente che ci ha "lasciato la pelle" per davvero per essersi spalmata una "innocua" crema abbronzante alle "naturali" foglie di fico...
Conclusione: la salvia va bene nell'arrosto!
ciao

Ciò nonostante la mia curiosità rispetto a questo tema è sempre viva.
Pertanto ti ringrazio per la dritta Fran e la prossima volta provo a mettere un pizzico di sale. Spero di non tirare fuori un arrosto... :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun giu 18, 2007 12:03 pm 
Non connesso
Esperto
Esperto

Iscritto il: mer dic 13, 2006 7:00 pm
Messaggi: 507
grazie bruce per avermi citato, volevo riscrivere la stessa cosa :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun giu 18, 2007 2:54 pm 
Non connesso
Esperto
Esperto

Iscritto il: mer giu 06, 2007 9:14 pm
Messaggi: 173
Bruce Lee ha scritto:
Ricordo inoltre che la corrente porta la sostanza disciolta dentro la pelle, e c'è gente che ci ha "lasciato la pelle" per davvero per essersi spalmata una "innocua" crema abbronzante alle "naturali" foglie di fico...



quindi se uso solo acqua di rubinetto non corro rischi perche è la stessa acqua che comunque enra nel mio corpo (bevendo)?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun giu 18, 2007 3:39 pm 
Non connesso
Esperto
Esperto
Avatar utente

Iscritto il: mer dic 13, 2006 11:45 pm
Messaggi: 688
ciao Xari,
la frase da te riportata è di Glis :wink:.

Comunque è così, con la semplice acqua non corri rischi, ma non perché essa rappresenta l'elemento che bevi e di cui sei composto al 65%, ma perché in teoria non contiene elementi che, sollecitati dalla corrente che l'attraversa, potrebbero attivare reazioni chimiche e trasformarsi in qualcosa che risulterebbe dannoso per la salute http://www.iperidrosi.org/viewtopic.php?t=18.
Aggiungo però che la Ionoforesi, usando correnti molto basse (5-6 mA), viene anche utilizzata per veicolare farmaci nel nostro organismo. L'effetto è locale e quindi viene utilizzata soprattutto in Ortopedia e in Estetica. Questo utilizzo della iono può essere fatto solo da Medici o sotto stretta osservanza medica.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar ott 16, 2007 2:48 pm 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: mer set 19, 2007 11:25 am
Messaggi: 33
lo vendi ancora?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it