IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Domande, dubbi ed esperienze di chi soffre di Sudorazione eccessiva

Moderatore: luigi

IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Messaggioda Lucy » gio feb 10, 2011 8:30 pm

Salve a tutti!
Sono nuova...
Leggere i vostri messaggi mi ha chiarito un po' di cose, ma permangono ancora forti dubbi...
Naturalmente anch'io faccio parte del club degli iperidrotici (mani, ascelle, piedi)
Circa 5 anni fa, su consiglio del mio dermatologo, ho comnciato la ionoforesi con risultati soddisfacenti.
Proprio ieri, invece, mi sono recata a Brescia per un consulto con il dottore che pratica gli interventi per eliminare l'iperidrosi e i miei dubbi sono aumentati...
Fino a 3 giorni fa ero convintissima di volermi operare, dato che ho avuto modo di parlare con una ragazza della mia città che ha subìto l'intervento 3 anni fa e ne è assolutamente soddisfatta.
Leggendo, poi, i messaggi degli operati su questo forum, ho cambiato idea, ma ho voluto comunque incontrare il dottore per ulteriori chiarimenti...
Il risultato? Sono più in crisi di prima!!!
A detta del dottore, l'intervento è l'unica soluzione definitiva e con scarsi effetti collaterali:
- solo 1/3 degli operati presenta sudorazione compensatoria che, comunque, tende a diminuire con il passare del tempo;
- altri effetti non ci sono perché l'intervento va a toccare solo la zona da cui dipende il problema

Se fosse realmente così non ci penserei 2 volte ad operarmi, anche perché, sempre secondo quanto dice il dottore, a breve l'intervento sarà considerato estetico e perciò si dovrà pagare un bel po' per sottoporvisi...
In base a quanto ho letto qui, però, mi è parso di capire che, dopo l'intervento, possono comparire problemi alla pelle, ai capelli, al cuore, al generale benessere fisico della persona e che la compensatoria può essere permanente e fastidiosa...
Sbaglio? Ho capito male?

Ecco da dove nascono i miei dubbi... Da una parte non voglio dipendere a vita dalla ionoforesi, anche perché non so quali sono i rischi di trattamenti a lungo termine di ionoforesi e so che in gravidanza, ad esempio, non si può usare (quest'estate mi sposo e ho intenzione di avere un bambino a breve... 9 mesi di mani bagnate è una tortura!!!), dall'altra, però, penso che all'intervento ognuno reagisce a modo suo (la ragazza con cui ho parlato, ad esempio, ha solo una leggera compensatoria e altre sue due amiche non ce l'hanno affatto) e che non è detto che io debba reagire male, ma se così fosse? Una volta operati, indietro non si può tornare...
Spero, con il vostro aiuto, di riuscirmi a chiarire un po' le idee...
Grazie in anticipo a tutti quelli che mi risponderanno
Lucy
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio feb 10, 2011 9:42 am

Re: IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Messaggioda abax » ven feb 11, 2011 10:03 am

Benvenuta Lucy! :)
E' evidente che c'è una distanza non da poco tra quanto dichiarano i medici e quel che invece testimoniano gli operati non soddisfatti dall'intervento. Spero che prima o poi si arrivi a un'evidenza scientifica condivisa. Per il momento, secondo me non si può certo liquidare la cosa dando per scontato che l'unico effetto collaterale sia la "compensatoria", e che riguardi solo una minoranza di casi.
E' evidente che l'intervento è un notevole rischio. E' per questo che noi qui consigliamo di provare prima tutte le altre strade. Credo sia meglio il fastidio della "iono" che i rischi dell'ETS. Oltretutto pensando all'idea di aver un figlio, sarei ancor più cauto rispetto all'operarmi (ma magari su questo argomento è più titolata a esprimersi una donna...).
Abax
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4509
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Re: IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Messaggioda Blue Velvet » ven feb 11, 2011 3:25 pm

ionoforesi a vita, o danni causati dall'ets a vita ?

questa è la domanda corretta.
"La Repubblica, una e indivisibile [...]" (art. 5 Cost.)
Avatar utente
Blue Velvet
Maestro
Maestro
 
Messaggi: 1208
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:58 pm
Località: Milano

Re: IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Messaggioda tony » ven feb 11, 2011 8:34 pm

Blue Velvet ha scritto:ionoforesi a vita, o danni causati dall'ets a vita ?

questa è la domanda corretta.


Secondo me bisogna farsi anche un altra domanda. Rischiare o avere dei rimpianti?? Perche se ti operi pensi come va va io c'ho provato, se non ti operi poi pensi ma se mi fossi operato ma se mi fossi qua ma se mi fossi la??
Fortunato chi ha "risolto" con un antitraspirante.
Io per esempio quando mi avvicino al mantenimento mi cadono le braccia perche ogni volta far piu o meno 9 sedute con la corrente che ti passa sotto le mani è diciamo stressante. Poi oggi ho fatto la nona seduta per sicurezza e la mano destra che sembrava quasi asciutta ora sembra riprendere a sudare. Chi ci capisce è bravo.. Se fossi io rischierei l'operazione ma visto che lei è una donna allora non so perche se deve creare problemi con la gravidanza allora è un bel problema.
tony
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 788
Iscritto il: mer ott 15, 2008 5:51 pm

Re: IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Messaggioda Blue Velvet » sab feb 12, 2011 2:34 pm

Perche se ti operi pensi come va va io c'ho provato,


atteggiamento di una superficialità inaudita.
si parla di salute, non di caramelle.
sappiti accontentare della iono, perchè poi quando avrai a che fare con i danni che l'ets ti provocherà, non venire a lamentarti.

non continuare ad inseguire l'ideale della guarigione tramite ets, perchè non si guarisce dall'iperidrosi. tienilo a mente.



Sàlut
"La Repubblica, una e indivisibile [...]" (art. 5 Cost.)
Avatar utente
Blue Velvet
Maestro
Maestro
 
Messaggi: 1208
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:58 pm
Località: Milano

Re: IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Messaggioda tony » sab feb 12, 2011 11:11 pm

Blue Velvet ha scritto:
Perche se ti operi pensi come va va io c'ho provato,


atteggiamento di una superficialità inaudita.
si parla di salute, non di caramelle.
sappiti accontentare della iono, perchè poi quando avrai a che fare con i danni che l'ets ti provocherà, non venire a lamentarti.

non continuare ad inseguire l'ideale della guarigione tramite ets, perchè non si guarisce dall'iperidrosi. tienilo a mente.



Sàlut


Non si guarisce ma si puo migliorare. I problemi di salute sono da tener conto è ovvio ma leggendo le testimonianze di altri alla maggior parte l'intervento ha cambiata la vita in positivo. Se poi uno è sfigato è sfigato non ce niente da fare.
Nessuno penso poi verrebbe a lamentarsi perche prima dell'intervento ti dicono cosa rischi quindi se decidi di fare l'intervento poi se va male ti devi prendere le tue responsabilità. Io la mia decisione l'ho presa e se andrà male( mi tocco) me ne prendero le responsabilita ma è quello che voglio da sempre provare a vivere come gli altri in qualche modo senza massacrarmi di corrente alle mani ogni 25 giorni. Poi ognuno ha i suoi punti di vista. Io tipo cerco di vedere positivo invece te vedo che vedi in negativo :)
tony
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 788
Iscritto il: mer ott 15, 2008 5:51 pm

Re: IONOFORESI A VITA O INTERVENTO? QUESTO E' IL PROBLEMA...

Messaggioda abax » dom feb 13, 2011 3:48 pm

Se poi uno è sfigato è sfigato non ce niente da fare.

Se uno è [email protected] può succedergli una disgrazia, ma questo non significa che uno non debba ragionare sui rischi connessi a quel che fa...
Nessuno penso poi verrebbe a lamentarsi perche prima dell'intervento ti dicono cosa rischi quindi se decidi di fare l'intervento poi se va male ti devi prendere le tue responsabilità.

Tony, qui il punto chiave non mi pare debban essere le eventuali recriminazioni del "dopo", ma la decisione presa prima. Quanto poi a quel che ti viene detto, non si può far a meno di notare, secondo me, che gli effetti collaterali lamentati da chi si opera sono ben maggiori da quelli dichiarati dai chirurghi, in genere...
Io tipo cerco di vedere positivo invece te vedo che vedi in negativo :)

Secondo me bisognerebbe pensare a tutte le ipotesi possibili...
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4509
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Prossimo

Torna a Iperidrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

cron