Iperidrosi al viso, consigli?

Domande, dubbi ed esperienze di chi soffre di Sudorazione eccessiva

Moderatore: luigi

Iperidrosi al viso, consigli?

Messaggioda Wetinside » dom ott 10, 2010 3:18 pm

Vi racconto brevemente la mia situazione per avere qualche consiglio, semplicemente per capire cosa fareste nel mio caso.


Sin da piccolo sudavo, ovviamente col crescere questa cosa mi ha accompagnato un pò in tutte le esperienze. Fortunamente ho un carattere relativamente forte e per quanto sudare mi crei un problema ho spesso cercato di superarlo col sorriso e facendo capire a chi mi sta attorno che è "natura" e non mi sono pippato di cocaina (visto che in certe situazioni, tipo i matrimoni col vestito e la cravatta sudo il triplo riducendomi a fine serata con le occhiaie stremato dalla sudata!!)


La mia iperidrosi riguarda soprattutto:

1- il viso con la fronte che inizia a zampillare con le gocce che in certi casi arrivano fino al mento se non mi asciugo......fate un pò voi.......;

2 - la schiena che proprio sopra il sedere diventa un piana umida;

3 - infine il tronco con i classici aloni (che però si "bagna" nelle situazioni più critiche quando la fronte è già abbondantemente bagnata).


Vi starete chiedendo mani, piedi e ascelle? Mani 0, Piedi 0 e ascelle nel limite del normale come tutti gli esseri umani e non iperidrotici. Insomma almeno quelle situazioni me le sono evitate.


Diciamo che vado molto a vampate, cioè "scarico" con una bella sudata ma in pochi secondi passa, per poi riprendere magari dopo mezz'oretta. Ho sentito sempre le solite cose riguardo al fatto che sia una questione emotiva.....beh io penso che la questione emotiva di trovarsi a parlare con altra gente o in mezzo alla confusione o in mezzo ad un esame ce l'abbiano più o meno tutti, ma non tutti sudano quindi credo sia solo un problema che ad ogni accenno di stress psico-fisico-emotivo il mio corpo reagisce sudando. Infatti le principali situazioni in cui sudo sono:

1 - Temperature oltre 20 ° C, in inverno sudo veramente poco, tranne quando entro in un locale climatizzato a 25 gradi con un maglione adatto per la neve, infatti dopo la vampata iniziale e relativa mini sudata, dopo essermi spogliato passa tutto, insomma gli sbalzi di temperatura;

2 - Sforzi fisici anche minimi, sento proprio il corpo riscaldarsi e di conseguenza sudare per raffreddarsi;

3 - Quando mangio qualcosa di relativamente caldo o bevo qualcosa di alcolico;

4 - Quando sono più coperto del solito (quando indosso giacca e cravatta, e probabilmente dovrò lavorare spesso così), cioè quando indosso vestiti un pò "costretti" che non fanno respirare la pelle.


Varie situazioni che confermano la tesi che non sudo per una sorta di Fobia sociale (anche perchè quando sudo cerco di usarlo come pretesto per scherzarci su, ma non in tutti contesti è possibile farlo), ma solo per un eccessivo lavoro delle ghiandole:

1 - Quando ascolto musica con delle cuffie di quelle grandi (non mi viene il nome) al 90% le bagno (fobia delle cuffie?);
2 - Stando a casa al PC con i pantaloncini (in estate) sudo quando a casa gli altri non sudano;
3 - Stando in macchina fermo ad aspettare qualcuno con un raggio di sole che punta sulla macchina sudo facilmente (fobia del sole?)

Insomma sta cavolata della psiche in certi casi ci sta, ma io sudo non per questo motivo.

Ho pure fatto gli esami della tiroide ma a quanto pare i valori sono normali.


Andiamo al dunque, a me interessa solo diminuire in qualche modo l'iper al volto (tolta quella mi metterei anche 10 maglie sotto per assorbire la compensatoria), poichè questa faccia lucida (quando va bene) e troppo spesso grondante, crea dei "normali" problemi, e anche se non sono così catastrofico dal punto di vista emotivo, credo che sia un bel problema da risolvere, visto che se uno deve far un lavoro a contatto con la gente non può star tutto il tempo ad asciugarsi il viso.


Per adesso ho provato solo creme e il Perspirex sul viso, ma a parte qualche leggero rossore non ha fatto molto effetto.


Leggevo dell'operazione, ma sono molto restio a farmi operare, non vorrei che gli effetti collaterali fossero più dei benefici.


Anche se non vedo altre strade........che dite?

Tanti saluti!
Wetinside
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 5
Iscritto il: dom ott 10, 2010 2:21 pm

Re: Iperidrosi al viso, consigli?

Messaggioda elfha » mar ott 12, 2010 12:04 am

ciao wetinside,sono sempre io..per quanto ne so il botulino si puo aplicare anche sulla fronte.un consiglio che ti posso dare e di lasciare perdere l'ETS,mi sono documentata assai a riguardo in tutti questi anni ed io ne ho 36 e molti dopo l'intervento lamentano diversi problemi quali:compensatoria quasi invalidante stanchezza fisica secchezza cutanea metabolismo rallentato e chi più ne ha più ne metta,piuttosto rimani come sei e accetta il tuo problema in maniera diversa magari tra qualche tempo ci sarà una soluzione più semplice per tutti noi iper.ti saluto
elfha
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 29
Iscritto il: gio ott 07, 2010 5:09 pm

Re: Iperidrosi al viso, consigli?

Messaggioda Wetinside » mar ott 12, 2010 4:57 am

Infatti credo che la compensatoria, che nel mio caso non saprei di che genere (come intensità) e dove si potrebbe localizzare visto che la mia iper è del genere generalizzato (tranne mani e piedi, operazione per la quale la maggior parte delle persone si opera), è un effetto collaterale "sopportabile", ma sinceramente ciò che non mi piace dell'operazione è la possibilità di vedere le mie funzioni vitali modificate, per lo più sono un tipo con una frequenza cardiaca già molto bassa (ho letto che a molti si abbassa la frequenza cardiaca).......cmq questi effetti è possibile che si verifichino o no.....ma cmq sono ben lontano dal volerlo fare, piuttosto preferirei se fosse possibile spalmare una dose di cemento sulla fronte....ahaha, anche se ciò non sarebbe tanto più salutare.
Wetinside
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 5
Iscritto il: dom ott 10, 2010 2:21 pm

Re: Iperidrosi al viso, consigli?

Messaggioda igrometro » mar ott 12, 2010 4:51 pm

Cavolo Wetinside, siamo gemelli iperidrotici!!! :mrgreen: Sudo nella stessa, medesima, identica maniera! Io non ho ancora utilizzato nessun rimedio, nemmeno il perspirex che invece tu hai provato ad usare senza grandi risultati. Purtroppo, per quanto riguarda l'ETS, la già forte sudorazione che abbiamo al tronco, sconsiglierebbe di percorrere la strada chirurgica, perché la compensatoria che ne deriverebbe, sarebbe davvero invalidante... del tipo che le tue dieci magliette, te le balleresti in mezz'ora!!!!
Capisci di essere iperidrotico, quando entrando in un negozio, ti guardano e ti chiedono:
- "Piove?"
e tu ti ritrovi a rispondere:
- "No, fa caldo..."
igrometro
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 47
Iscritto il: ven giu 19, 2009 3:30 pm

Re: Iperidrosi al viso, consigli?

Messaggioda Wetinside » mar ott 19, 2010 1:39 am

igrometro ha scritto:Cavolo Wetinside, siamo gemelli iperidrotici!!! :mrgreen: Sudo nella stessa, medesima, identica maniera! Io non ho ancora utilizzato nessun rimedio, nemmeno il perspirex che invece tu hai provato ad usare senza grandi risultati. Purtroppo, per quanto riguarda l'ETS, la già forte sudorazione che abbiamo al tronco, sconsiglierebbe di percorrere la strada chirurgica, perché la compensatoria che ne deriverebbe, sarebbe davvero invalidante... del tipo che le tue dieci magliette, te le balleresti in mezz'ora!!!!


Sinceramente l'esperimento perspirex è stato ritentato applicandolo per circa una settimana, ma non ho neanche avuto irritazione, è come se mettessi acqua, e tranne una patina lucida sulla fronte (il perspirex stesso), ho le solite vampate con conseguenti sudate, al massimo ho avuto un effetto placebo che mi fa credere che il perspirex mi faccia sudare meno (cosa che si è verificata), ma è solo che l'inverno sta arrivando e quindi sudo di meno all'aperto.

E poi anche il perspirex è un metodo che a quanto pare come tutti gli antitraspiranti a base di alluminio può creare nel lungo periodo tumori e alzheimer.

In sintesi alla nostra iperidrosi generalizzata non c'è una cura o un qualcosa che la allevi senza fare danni.

Per l'ETS ho letto un bel pò di cose e ho avuto pure il coraggio di guardare qualche video dell'operazione (alla fine è pur sempre un'operazione, quindi il fatto che possa far impressione è relativo) e ho visto sia l'applicazione delle clips, che la bruciatura del nervo (da brividi), ma non è questo che mi ha preoccupato, sono gli effetti sulla psiche riscontrati da molti pazienti, poichè si ha una parte del corpo che reagisce agli stimoli e la parte superiore a cui non arrivano alcuni segnali oltre a quello della sudorazione con conseguenti alterazioni della psiche, poichè di fatto si va a creare uno squilibrio in tutte quelle funzioni (battito cardiaco, pressione arteriosa) che quei nervi compievano, di fatto "spezzando" a livello di stimoli il corpo in due.
Mi ritroverei con la parte superiore infuocata, poichè non riuscire con la sudorazione a dissipare il calore, calore che di riflesso perderei con la compensatoria nella parte inferiore del corpo, creando un sbalzo eccessivo tra sopra e sotto (ho letto di queste situazioni su un sito americano).

Parlo per ciò che ho letto, poi magari sono casi isolati, però a livello "logico" queste reazioni hanno un senso, il corpo umano in qualche modo reagisce a questa "ferita" e quindi penso che sarebbe corretto informare il paziente che l'unico effetto collaterale non è solo la compensatoria, ma ben altro.
Wetinside
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 5
Iscritto il: dom ott 10, 2010 2:21 pm

Re: Iperidrosi al viso, consigli?

Messaggioda abax » dom nov 07, 2010 11:30 am

Wetinside ha scritto:E poi anche il perspirex è un metodo che a quanto pare come tutti gli antitraspiranti a base di alluminio può creare nel lungo periodo tumori e alzheimer.

Ciao Wetinside,
queste storie non son suffragate da studi scientifici (come sottolineato dall'American Cancer Society), e la Food and Drug Administration americana ha reputato gli antitraspiranti in commercio prodotti sicuri (ovviamente assunti in dosi ragionevoli).
Per me potresti provare con altri antitraspiranti per il viso (la "soluzione galenica" o Odaban). Se però temi possibili effetti collaterali, potresti limitarti alla crema opacizzante della Apaxil...
Devo dire però che, se non vuoi utilizzar cloruro di alluminio, dovresti anche far a meno dei normali deodoranti ascellari. In quel caso, ti segnalo l'allume di rocca...
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4509
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia


Torna a Iperidrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti

cron