Mi e' tornato l'antico terrore!!!

Paura di arrossire, esperienze a confronto tra chi soffre di questo disturbo.

Moderatore: abax

Mi e' tornato l'antico terrore!!!

Messaggioda Pesce » ven apr 13, 2007 3:51 pm

Salve a tutti, mi sono appena registrata al forum.
Solo pochi giorni fa ho scoperto che il mio problema ha un nome - eritrofobia :oops: e questo mi ha consolata sinceramente.
Il problema e' stato scatenato quando avevo 20 anni perche' arrossivo ogni volta che vedevo il fratello di una mia amica che mi piaceva, o meglio non ero mai arrossita fin quando lei una volta non me lo fece notare in modo molto rude e imbarazzante..da allora sono arrossita in molte occasioni, non riesco nemmeno piu' ad associare la cosa a cause precise. In generale sono situazioni in cui mi sento al centro dell'attenzione ma non tutte, solo quelle in cui mi interessa particolarmente il parere di chi mi guarda e la paura si aggrava appunto al pensiero delle conseguenze nel rapporto tra me e queste persone in seguito al vedermi arrossire.
Ho anche notato che in alcune situazioni arrossisco ancora (come un retaggio di quel "trauma" passato) ma non interessandomi per nulla di cio' che pensano gli altri, pur essendo consapevole del violento avvampamento, continuo a parlare e ridere come nulla fosse e se qualcuno mi dice qualcosa ci scherzo su. In seguito a questa "conquista" credevo di avercela fatta definitivamente.
Ma ora sto con un ragazzo da 5 mesi e lui non mi ha mai vista in questa condizione, con lui mi sono sempre trovata a mio agio e non mi ha mai neanche vista arrossire di fronte ad altri. La mia paura terribile ora e' del momento (tra l'altro non si sa nemmeno quando e non e' vicinissimo) in cui conoscero' la sua famiglia, ho paura di arrossire nel preciso istante in cui me li presentera' e temo che questo causi imbarazzo non solo a me ma anche a lui e anche fraintendimenti. Ho paura che in seguito a questo lui mi lasci e gia' da ora sto male, sono ossessionata da questo pensiero.
La mia paura di arrossire e' come legata ad un'inconscia "vergogna" di aspetti di me che non mi piacciono o che non conosco e anche alla paura di deludere qualcuno, quindi penso che le persone a cui tengo vengano tremendamente deluse da questa immagine di me completamente debole ed esposta, cosa che non capita spesso quindi a maggior ragione puo' colpire chi mi guarda.
Pesce
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 27
Iscritto il: ven apr 13, 2007 3:38 pm

Messaggioda abax » ven apr 13, 2007 5:49 pm

Benvenuta Pesce! :)
Anch'io ho visto la mia fobia nascere in seguito al fatto che a lezione una ragazza aveva detto: "A te piace la...(cognome della compagna di classe)", io ero arrossito e dopo tutti (ero in seconda media) a irridermi...Purtroppo l'eccessivo peso (quasi la dipendenza, direi) che diamo al parere altrui è caratteristica tipica degli eritro...E il sentirci al centro dell'attenzione forse ci fa arrossire perchè in fondo lo desideriamo (spesso dico che siamo un po' esibizionisti repressi...).
Se il tuo ragazzo ti vuol bene, però, non può lasciarti perchè sei eritro...Oltretutto noi eritrofobici non siamo più deboli degli altri, anzi: solo che appunto non accettiamo questa debolezza perchè siam perfezionisti e, come dici, non vogliam deludere gli altri mostrando appunto i nostri punti deboli, a mio avviso...
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda Pesce » ven apr 13, 2007 5:53 pm

Si' lo so, se il mio ragazzo mi vuole bene non mi puo' lasciare per questo, pero' ho sempre paura che il mio rossore venga frainteso per qualcosa di non so occulto o oscuro che sto nascondendo e non voglio dirgli. Come faccio a spiegargli che e' solo eritrofobia? spero tanto che mi credera'. Ecco io credo che tutto questo circolo vizioso (cosa mi dira'? mi credera'?)aumenti in me l'ansia. Cerco di stare tranquilla ma a volte mi assale il panico e la penso "ecco stiamo insieme fin tanto che lui non scoprira' questa cosa di me". :(
Pesce
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 27
Iscritto il: ven apr 13, 2007 3:38 pm

Messaggioda abax » ven apr 13, 2007 6:01 pm

Però Pesce, scusa se te lo dico, ma temere che ti lasci mi sembra proprio un'insicurezza che diventa mancanza di fiducia, potrebbe anche offendersene... :roll:
Come dirglielo? Guarda: innanzitutto la reazione immediata che hanno gli altri solitamente è: "Ma che dici? Ma cosa vuoi che sia? Tutti arrossiscono..."
A quel punto se tu insisti a dire: "No no, guarda che è un problema serio", credo che indirizzeresti la conversazione verso il classico dialogo tra sordi...La cosa che faccio io normalmente è spiegare come mi sento in quelle situazioni: facilmente gli altri a quel punto fanno analogie con altre situazioni, in cui sono loro stessi a sentirsi "scoperti"...Insomma: se gli altri non sofforno di eritro, il "canale" per fargli capire a mio avviso dev'esser trovato non tramite il rossore in sè, ma attraverso le emozioni connesse, perchè quelle senza dubbio, anche loro sono in grado di capirle...
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda Pesce » ven apr 13, 2007 6:07 pm

Hai ragione, in fondo chi non si e' mai trovato in situazioni di difficolta' o di imbarazzo? Ognuno lo esprime diversamente.
Per esempio il mio ragazzo si preoccupa di avere delle vistose occhiaie, che per me a malapena si vedono e caso mai solo la sera quando e' stanco. Per lui e' motivo di isolamento a volte per esempio quando viene a casa mia cerca di evitare di soffermarsi a parlare coi miei coinquilini in cucina ma preferisce andare subito in camera salutandoli da lontano. Mi ha addirittura chiesto una volta se i miei amici mi avessero mai fatto notare che lui ha delle occhiaie paurose!! :shock:
Insomma il tutto rientra nella normalita', ma io ho paura comunque e questo non e' normale. Sono andata da uno psicologo due giorni fa per un problema piu' generale, alla fine gli ho parlato di tutto tranne che di questo!! :?
Pesce
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 27
Iscritto il: ven apr 13, 2007 3:38 pm

Messaggioda abax » ven apr 13, 2007 6:19 pm

Infatti Pesce ognuno ha le sue "paranoie"...mio fratello ad esempio pensa che la gente parli della sua "calvizie" (tra virgolette, perchè i capelli in reltà li ha...).
Proprio come il tuo ragazzo ti ha parlato di questo suo problema, tu faresti meglio a dirgli del tuo...e, se vuoi fare una psicoterapia, direi proprio che al terapeuta devi parlargli dell'eritro...insomma, se vai da uno che ti deve aiutare rispetto ai problemi psicologici, che senso ha nasconderglieli?
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda morfeo » ven apr 13, 2007 6:22 pm

ciao pesce!
son d'accordo con abax, prova a spiegargli le sensazioni che provi..gli puoi spiegare che il rossore si lega a dei momenti in cui ti senti in tensione. conoscere i suoi è normale che sia quanto meno emozionante..
io al mio ragazzo non avevo dovuto spiegare niente, spesso mi vedeva arrossire nelle situazioni più svariate, non gli dava peso, anzi gli piaceva questa mia ipersensibilità...poi c'erano altre situazioni in cui io ero "quella più forte" e lo aiutavo nelle sue insicurezze.
se ci si vuole bene si ha voglia di starsi vicino e aiutarsi, qualunque sia il problema
morfeo
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 12
Iscritto il: dom mar 25, 2007 10:29 pm


Torna a Eritrofobia, Eritrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti