Pagina 1 di 2

Cosa fate da soli

MessaggioInviato: ven mag 10, 2013 8:38 am
da PeterPan71
Quando vi capita di restare soli in casa cosa fate, come vi comportate.
Visto che è quasi certo che il nostro problema sono gli altri, nel giudizio altrui anzi nella percezione che noi abbiamo del giudizio altrui, sarei curioso di sapere cosa avviene in quel momento in cui siamo soli con noi stessi, con la nostra mente, con la nostra anima.

Un saluto
Peter Pan

Re: Cosa fate da soli

MessaggioInviato: lun mag 13, 2013 11:48 pm
da abax
Ciao Peter Pan,

la paura che ho quando son solo è quella dei ladri. Nel sonno, ho paura di morire, o di far delle specie di incubi legati alla mia epilessia infantile. Quando son solo sull'auto, ho paura di far incidenti. Chi offre di più? :lol:

In generale, purtroppo, sono dominato da stress, ansia e pensieri ossessivi o negativi anche quando sono da solo, spesso...

Re: Cosa fate da soli

MessaggioInviato: mar mag 14, 2013 10:47 pm
da PeterPan71
Quando mi ritrovo solo con me stesso, forse iniziano i problemi più grossi. Il dovermi confrontarmi con la mia anima, con il mio pensiero, il dover accettare senza poter combattere. Inevitabilmente finisco col piangermi addosso su quanto la vita sia stata ingiusta con me, senza meritarlo.
Mi ritengo una persona giusta, buona, per riallacciarmi ad un altro post anche sincero e semplice, allora la domanda nasce spontanea, perchè.
Senza tutto questo potrei essere e fare solo del bene, però poi mi rendo conto che forse sono così proprio perchè eritrofobico ed iperidrodico, magari se non avessi queste limitazioni sarei diventato uno spietato, crudele, mah chi lo sà.

Re: Cosa fate da soli

MessaggioInviato: mer mag 15, 2013 8:11 pm
da abax
PeterPan71 ha scritto:Quando mi ritrovo solo con me stesso, forse iniziano i problemi più grossi. Il dovermi confrontarmi con la mia anima, con il mio pensiero, il dover accettare senza poter combattere. Inevitabilmente finisco col piangermi addosso su quanto la vita sia stata ingiusta con me, senza meritarlo.


Questo Peter credo sia proprio sbagliato. Posto che la vita può essere giusta o ingiusta, sentirsi sfortunati e vittime credo sia controproducente.

PeterPan71 ha scritto:Mi ritengo una persona giusta, buona, per riallacciarmi ad un altro post anche sincero e semplice, allora la domanda nasce spontanea, perchè.


Io mi ritengo giusto (almeno nelle aspirazioni) ma sicuramente non buono, nè tantomeno sincero. Semplice assolutamente per nulla. E' giusto chiedersi il perchè dei propri problemi, ma credo che farlo nel senso di "perchè a me? E' una disgrazia che non merito!" significhi invece farsi del male.

PeterPan71 ha scritto:Senza tutto questo potrei essere e fare solo del bene, però poi mi rendo conto che forse sono così proprio perchè eritrofobico ed iperidrodico, magari se non avessi queste limitazioni sarei diventato uno spietato, crudele, mah chi lo sà.


Io penso che inconsciamente ci sia quest'idea sotto: dico spesso che l' "eritro" arriva proprio per stroncare un qualcosa che ci fa paura (tipicamente l'esibizionismo, ma forse temiamo anche di far del male agli altri: senz'altro a me, eritro o no, è stata inculcata questa paura da bambino).

Abax

Re: Cosa fate da soli

MessaggioInviato: mer mag 15, 2013 10:54 pm
da PeterPan71
abax ha scritto:Questo Peter credo sia proprio sbagliato. Posto che la vita può essere giusta o ingiusta, sentirsi sfortunati e vittime credo sia controproducente.

Io mi ritengo giusto (almeno nelle aspirazioni) ma sicuramente non buono, nè tantomeno sincero. Semplice assolutamente per nulla. E' giusto chiedersi il perchè dei propri problemi, ma credo che farlo nel senso di "perchè a me? E' una disgrazia che non merito!" significhi invece farsi del male.


Infatti ecco il paradosso io sono d'accordo con te, ecco perchè ho detto che è la parte più difficile.
Riesco a comprendere le reazioni degli altri, ma non riesco a comprendere me.

Re: Cosa fate da soli

MessaggioInviato: gio mag 16, 2013 8:46 pm
da abax
PeterPan71 ha scritto:
Riesco a comprendere le reazioni degli altri, ma non riesco a comprendere me.

Io ho difficoltà in entrambe le cose, però diciamo che son talmente presuntuoso che mi piace quest'idea: essere tanto complicato da esser impossibile da catagolare secondo i criteri psicologici che posson esser normalmente attribuiti alle persone.

Re: Cosa fate da soli

MessaggioInviato: mar set 15, 2015 4:47 pm
da krugh
PeterPan71 ha scritto:Quando vi capita di restare soli in casa cosa fate, come vi comportate.


Non so se capita ad altri oltre a me ma spesso mi capita di ripensare a delle figuracce che ho fatto ed il solo ricordo mi fa arrossire. Da solo :(