Pagina 2 di 3

Re: La soluzione

MessaggioInviato: dom mag 05, 2013 8:51 am
da abax
Biancaneve, io son d'accordo che siam diventati "eritro" per effetto di una finzione. Io mi sento finto, assolutamente. La mia idea è questa: i nostri genitori c'han fatto vergognare di quello che eravamo, e da questa vergogna per tutto nascono, secondo me, le cose che nascondiamo.
Detto questo, però, non è affatto facile trovare il bandolo della matassa, e uscirne. Io, che pure grazie a uno psicologo e a un'amica son riuscito a risalire a tonnellate di idee assurde che m'han messo in testa da bambino, non riesco ancora a uscire dal mio "teatrino". D'accordo che certi rimedi sono "stampelle", però purtroppo Biancaneve a volte siam costretti a trovar soluzioni a breve termine.

Peter Pan, in base a quel che dico sopra, il discorso della verità è una cosa diversa dall'ammettere il nostro disturbo, che è una cosa che credo non sia sempre fattibile.

Abax

Re: La soluzione

MessaggioInviato: dom mag 05, 2013 5:11 pm
da Blue Velvet
biancaneve ha scritto:mmm...

Vedo che gli argomenti:

VERITA' & SINCERITA'

Non riscuotono tanto successo...


Non è chiaro il concetto, per quello non ha riscosso successo.

Re: La soluzione

MessaggioInviato: dom mag 05, 2013 11:20 pm
da PeterPan71
Certo Abax sono d’accordo che non basta confessare il proprio problema per risolverlo.
In genere sono più riflessivo e profondo nelle mie risposte, ma era solo per estremizzare un discorso che come giustamente osserva Blue Velvet non è chiaro, sembra il solito discorso generico che dice tutto, ma non dice niente.
Quindi visto che si tratta di sincerità e verità dico a Biancaneve, senza mettere in dubbio il suo buon intento, di essere più chiaro e dettagliato, perchè io personalmente sono stanco ed afflitto, anzi mi sò rotto di sentire e vedere ipocrisia, un mondo di frasi fatte, di persone che parlano senza minimamente immaginare cosa possa pensare l'altro.
Scusami Biancaneve mi ripeto non ho niente contro di te, anzi grazie del tuo intervento, perlomeno ci hai provato, ma io sono arrivato alla frutta e forse hai ragione ogni tanto bisogna buttare fuori quello che è dentro, senza pensare troppo alla moderazione e alle buone maniere ipocrite.
Un saluto =@

Re: La soluzione

MessaggioInviato: mer mag 08, 2013 10:37 am
da shadow71
il fatto che i genitori possano influire sulla causa dell'eritrofobia è vero ma non credo sia una regola, semplicemente penso che ci siano persone che per sensibilità ed emotività siano particolarmente predisposte e fanno quindi fatica ad ambientarsi nella società, arrivando poi alle conseguenze di cui parliamo.

Re: La soluzione

MessaggioInviato: lun mag 13, 2013 7:20 am
da biancaneve
Il fatto è che non è facile spiegarlo.
E' una cosa talmente semplice e lampante, che non ci sarebbe nemmeno bisogno di parlarne.
In un mondo normale. Con persone normali.
Solo che viviamo in un mondo assurdo, e noi siamo persone ancora più assurde.

In realtà non è difficile. Si tratta di avere il coraggio di ciò che si è.

Un esempio terribile, ma efficace:

E' come uno che fa una scorreggia, e poi fa finta di non essere stato lui. Fa solo la figura dell'idiota..

Re: La soluzione

MessaggioInviato: lun mag 13, 2013 11:54 pm
da abax
Ho notato una certa regolarità qui, relativamente ai problemi coi genitori, quando si entra in argomento.
Quanto all'ambiguità della frase... credo il discorso sia questo: siccome io penso di essere finto nel mio comportamento quotidiano, mi ci ritrovo in pieno, quindi non ho bisogno di spiegazioni. Se invece non ci si sente colpiti dalla cosa, non ci si sente falsi, allora si chiedono spiegazioni, ma in effetti non è una cosa facile da spiegare...

Re: La soluzione

MessaggioInviato: mar mag 14, 2013 10:25 pm
da giulia
ciao a tutti ,
visto che si parla di VERITà e SINCERITà,
volevo chiedervi una cosa..
voi avete avuto esperienze con la fede , con la religione o la spiritualità?
siete battezzati?
leggete il Vangelo , pregate ?
la Verità è un concetto fondamentale per il cristianesimo ma anche per tutte le religioni , ed anche la sincerità...

io fino ai 20 anni non sapevo niente di cristianesimo , i miei genitori e la mia famiglia non me ne avevano mai accennato mezza parola ,non mi hanno battezzata,pur essendo stati battezzati,cresimati,catechistizzati .
fu dopo la conoscenza di una persona che me ne parlò che iniziai a leggere il Vangelo , a pregare.
purtroppo però ho fatto casini anche in tale ambito.......

secondo me un altro concetto è molto importante .., la SEmplicità.
la semplicità nei rapporti con le persone...il cercare di essere il piu semplici possibile , nel senso di come si è appunto , ... come si è dentro cosi dovremmo essere fuori... anche se la cosa ,agli occhi di questo mondo ( che ricordiamoci essere un mondo malato !!) , ci fa sentire stupidi , sciocchi .....
senza costruzioni , sovrastrutture , ....... cercare di essere presenti a sè stessi e agli altri nel qui e ora.... come i bambini ... nel Vangelo si incoraggia a ritrovare quella semplicità dei bambini ...