eritrofobia

Paura di arrossire, esperienze a confronto tra chi soffre di questo disturbo.

Moderatore: abax

eritrofobia

Messaggioda laura84 » mar mag 29, 2012 3:12 pm

Buongiorno a tutti :)...navigando su internet mi sono imbattuta in questo forum e siccome soffro anch'io di eritrofobia mi sono iscritta per potermi confrontare con gli altri che hanno il mio stesso problema e vedere come vivono questa cosa. Ho 27 anni..sono una ragazza solare, amo la compagnia il divertimento..ma questo maledetto rossore che compare in situazioni in cui non c'è motivo che avvenga mi limita fortemente.. Non so come fare per risolvere questo problema...qualcuno di voi è riuscito ad uscirne?
laura84
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar mag 29, 2012 2:55 pm

Re: eritrofobia

Messaggioda sautetur » ven giu 01, 2012 9:20 am

Ciao Laura,
vorresti sapere come gli altri eritrofobici vivono questo disturbo? Beh comincio io col dirti che è una vera schifezza. Io ho 38 anni lo sono da sempre e il peggio è che col passare degli anni, invece di affievolirsi con lo sviluppo e la maturazione intellettuale, il fenomeno è andando aumentando.
Tu sei solare ed ami il divertimento, io da ragazzo un po’ lo ero ma poi la malattia mi ha portato ad essere introverso e ad evitare il più possibile i contatti con la persone che conosco poco o con quelle con cui sono già arrossito.
Mi limita molto nei rapporti quotidiani, al lavoro, nell’amicizia e in famiglia. Quando sto con gli altri il mio pensiero fisso è quello di sperare di non avvampare. Se non è assolutamente necessario evito di dare la mia opinione in un discorso, non racconto mai la trama del film di ieri se non mi viene richiesto e nel caso non mi dilungo affatto, quando devo fare una telefonata importante ho bisogno prima di qualche minuto di ampi respiri e poi posso alzare il ricevitore ecc ecc.
Il problema grave è che quando il rossore è al massimo il cervello va in tilt bloccando ogni ragionamento e concentrandosi unicamente sulla ricerca di uno spiraglio di via d’uscita dalla situazione. È angosciante… in quei momenti non posso fare altro che odiarmi per come sono fatto dentro e per quello che il mio corpo esterna.
Ti confesso che non sono mai andato da uno specialista e non ho quindi mai assunto farmaci ma da ciò che leggo sulla rete anche coloro che hanno intrapreso certe strade alla fine non hanno carpito grossi risultati, vuoi per la breve efficacia vuoi per i gravi effetti collaterali. Persino la simpatectomia sembra non dare i giovamenti auspicati.
Attraverso momenti in cui sto meglio (lo è quest’ultimo periodo da quando ho scoperto altri simili in web) e altri in cui sto peggio perché, arrivata la prima vampata ne scaturiscono altre in successione e così il morale va in pezzi.
Comunque mi faccio forza e vado avanti aggrappandomi agli obiettivi raggiunti ogni giorno di questa eterna battaglia e cercando di dimenticare quelli non superati o superati con difficoltà.
Per ora credo possa bastare…vero?
Ciao, a presto!
P.s. posso sapere tu da quando tempo sei eritrofobica?
sautetur
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 12
Iscritto il: lun mar 05, 2012 5:41 pm

Re: eritrofobia

Messaggioda PeterPan71 » sab giu 02, 2012 12:03 am

Ciao Laura e benvenuta,
io forse sono l'ultimo che possa aiutarti, pensa che la mia eritrofobia col tempo si è evoluta accompagnandosi all'iperidrosi (sarei curioso di vedere il prossimo passo quale sarà).
Quoto in pieno quello già scritto da sautetur, comunque sul forum ci sono testimonianze di persone che ne sono uscite da quest'incubo.
Un saluto e ti rinnovo il benvenuto
Nessuno è nato sotto una cattiva stella
ci sono piuttosto persone che non guardano il cielo
(Dalai Lama)
Avatar utente
PeterPan71
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 23
Iscritto il: gio gen 25, 2007 12:15 am


Torna a Eritrofobia, Eritrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 6 ospiti

cron