betabloccanti .... per quanto tempo prenderli?

Paura di arrossire, esperienze a confronto tra chi soffre di questo disturbo.

Moderatore: abax

Re: betabloccanti .... per quanto tempo prenderli?

Messaggioda Silver87 » lun gen 02, 2012 3:50 pm

Vorrei un consiglio da quelli che hanno assunto betabloccanti, io dovrei andare dal medico per farmi prescrivere questo farmaco, però vorrei ben sapere come esporgli il problema per il quale io ne avrei bisogno, perchè non credo che basti andare dal medico e chiedergli se ti prescrive un farmaco e lui te lo fa senza problemi...

voi come avete fatto?

Grazie silver87
Silver87
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 18
Iscritto il: gio feb 11, 2010 8:04 pm

Re: betabloccanti .... per quanto tempo prenderli?

Messaggioda g.8 » mer gen 11, 2012 7:08 pm

Silver87 ha scritto:Vorrei un consiglio da quelli che hanno assunto betabloccanti, io dovrei andare dal medico per farmi prescrivere questo farmaco, però vorrei ben sapere come esporgli il problema per il quale io ne avrei bisogno, perchè non credo che basti andare dal medico e chiedergli se ti prescrive un farmaco e lui te lo fa senza problemi...

voi come avete fatto?

Grazie silver87


Personalmente non ho mai preso betabloccanti, ma se il tuo problema è che non vuoi far saper i tuoi "problemi", secondo me, stai sbagliando. Parlane chiaramente con i tuoi genitori, ragazza, medico e rivolgiti ad un bravo specialsita. Io almeno feci così :wink:
g.8
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 27
Iscritto il: dom mag 09, 2010 3:03 pm

Re: betabloccanti .... per quanto tempo prenderli?

Messaggioda abax » ven dic 28, 2012 4:14 pm

g.8 ha scritto:Ma a proposito di ets, ho letto nell'altra sezione del forum diverse testimonianze ma non sono riuscito a vedere la recensione di qualcuno guarito dall'eritrosi. Sicuro che l'ets risolva anche questo problema?

Ciao. Credo sia necessario chiarire alcune cose perchè mi pare si rischi di fare un po' di confusione.

L'eritrofobico verosimilmente arrossisce più degli altri, ed è anche plausibile abbia una qualche predisposizione fisica alla cosa. Tuttavia, l'eritrofobia non è nè l'una nè l'altra cosa, ma è la paura di arrossire. Come poi ho letto in altri topic, sottolineo l'importanza della componente psicologica: infatti, nel fatto che gli altri si accorgano del nostro colore del viso, conta molto la nostra reazione; e il fatto che si possa arrossire anche da soli non toglie nulla alla natura emotiva della cosa (noi possiam arrossire anche solo PENSANDO a determinate situazioni sociali, infatti...). E ovviamente, più ci facciam condizionare dal disturbo, più lo rafforziamo...
Ora: si può certamente agire sull' "eritro" diminuendo la probabilità di arrossire e l'intensità della cosa (ad es., betabloccanti, ETS) o la sua visibilità (creme). Io però ho notato come non ci sia necessariamente un collegamento tra arrossire e fobia. Ricordo una mia compagna di Liceo convinta di diventar viola durante certe interrogazioni, ma la cosa non era vera, oppure un mio compagno di Collegio che non si faceva problemi a prender la parola davanti a 100 persone pur diventando paonazzo. E la cosa l'ho notata su me stesso: pur continuando ad arrossire, la cosa m'interessa poco, tranne quando si trova qualcuno particolarmente * simpa * che lo sottolinea.

L'eritrosi è invece un disturbo fisico: per esser più precisi, dermatologico.

La differenza tra eritrofobia ed eritrosi (vi invito, a questo proposito, a guardarvi i topic in rilievo nelle 2 sezioni) è tuttavia particolarmente importante quando si tratta di rimedi. Infatti, parlando di quelli più "impegnativi", il laser può intervenire sul rossore di base, mentre l'ETS non solo agisce solo sulla vampata, ma potrebbe persino portare ad AUMENTARE il rossore di base.
Una raccomandazione che faccio sempre a chi soffre anche di eritrosi (che di solito quasi inevitabilmente ha anche la fobia) è quella di preoccuparsi primariamente dell'eritrosi stessa, prima di occuparsi dell'eritrofobia...
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4499
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Precedente

Torna a Eritrofobia, Eritrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

cron