FORUM IPERIDROSI ERITROSI ERITROFOBIA

Oggi è lun apr 23, 2018 8:19 pm

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom lug 24, 2011 5:24 pm 
Non connesso
Principiante
Principiante

Iscritto il: mar lug 19, 2011 9:35 am
Messaggi: 5
Ciao ragazzi, mi chiamo anonimosuper.
Oggi voglio portarvi a conoscenza di qualcosa che secondo me vi darà coraggio.
Premetto che anch'io soffro (soffrivo?) di eritro. Col tempo sono riuscito ad acquistare maggiore sicurezza, ho incominciato ad usare un paio di creme che mi hanno aiutato a limitare la sudorazione del viso, ma soprattutto ho studiato a fondo il problema che mi assillava e adesso posso dire di essere in una situazione stabile.
Una cosa molto importante che ho imparato col tempo è che il rossore è un problema SOLO per noi.
Se provate a chiedere ad un amico, mentre vi siete "accesi", cosa ne pensa del vostro rossore, lui vi risponderà dicendo: "in effetti sei un pò rosso, ti fa caldo?"
Ecco...la conclusione a cui sono giunto è che molto spesso il rossore che noi temiamo così tanto, non viene affatto percepito dal nostro interlocutore. Fateci caso: quando parlate con una persona, magari con un estraneo, fate caso al colore del suo viso??? Non credo proprio. Anche se magari diventa boreaux, non lo noterete eccessivamente e penserete al fatto che ha caldo (ma probabilmente non lo penserete neanche).
Questa convinzione è stata per me una benedizione.
Ho incominciato a "studiarmi" e ho scoperto che quando credevo di essere al massimo della vampata (voi sapete a cosa mi riferisco :D), beh in realtà non era poi così strano il mio viso, anzi ho incominciato a notare tantissima altra gente con la mia stessa "colorazione" e a cui non avevo MAI fatto caso prima..Quando avete la vampata, voi dovete pensare che l'interlocutore non se ne sta accorgendo e fidatevi che nella maggior parte dei casi non se ne accorgerà.
Quindi ragazzi fatevi coraggio e ricordate che il rossore nella stragrande maggioranza dei casi lo percepite solo voi dentro, ma fuori non è poi così evidente.
Molti di voi diranno:"Si vabbè...intanto quando sono tutto rosso/a la gente me lo dice,me lo fa notare".
Sapete perché? Perché quando la vampata arriva noi eritrofobici abbiamo il vizio di dare i numeri. Nel senso che incominciamo a balbettare, a tremare, a fare un sorriso strano ed è questo ciò che viene notato dall'interlocutore che improvvisamente farà caso anche al rossore, perché avrà notato un cambiamento strano di comportamento, quindi non sarà più concentrato sulle parole ma incomincerà a cercare di capire cosa sta succedendo e puffff scoprirà anche il rossore...

Ragazzi credetemi seguite il mio consiglio. Quando diventate rossi, CONTINUATE A FARE QUELLO CHE STAVATE FACENDO, continuate a parlare, gesticolare, scherzare e non verrete notati...a fine serata provate a chiedere a qualche amico intimo se si è accorto del vostro rossore..alla sua risposta capirete di quanto siate stati sciocchi per tutto questo tempo.

Ricordo quando tempo fa, adottando questa tecnica di menefreghismo verso il rossore, a fine serata una ragazza mi disse: "tu sei proprio pazzo, mi hai fatto divertire tantissimo" e pensare che io poco prima mi chiedevo: "chissà cosa avrà pensato del mio rossore"...invece non se n'era accorta per niente.

Io sono la testimonianza che l'eritrofobia può scomparire e fidatevi se siete un pò coraggiosi se ne andrà dal mattino alla sera e vi sentirete rinati. Ed è per questo che alla domanda: "Si può risolvere il problema dell'eritrofobia?" Io adesso rispondo con assoluta certezza: "Certo che è possibile e non è neanche difficile" :D

Il vostro anonimosuper.

Ciao.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar lug 26, 2011 1:42 am 
Non connesso
Esperto
Esperto

Iscritto il: ven set 18, 2009 9:15 pm
Messaggi: 177
rileggerò domani per bene il post,però anche io sono sicuro e consapevole che questa fobia si può sconfiggere,io ad esempio arrossisco raramente ora dopo 1 anno e mezzo di terapia,e se riesco ad eliminare un piccolo fastidio e un'altro piccolo problema,sono sicuro che potrò tornare a non aver paura di niente,anzi sarò ancora più forte perchè sono riuscito a guardare dentro me stesso,cosa molto difficile per una persona che non ha mai avuto questo problema


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio lug 28, 2011 12:40 am 
Non connesso
Esperto
Esperto

Iscritto il: ven set 18, 2009 9:15 pm
Messaggi: 177
ho riletto e quoto in toto tutto il tuo discorso,l'unico problema e che secondo me questa fobia non può andare via dalla mattina alla sera,perchè c'è di mezzo l'autostima,ed anche perchè una volta sconfitto il rossore rimangono sempre altri problemi da eliminare,ma sono sicuro che questi problemi si potranno risolvere


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun nov 21, 2011 9:12 pm 
Non connesso
Principiante
Principiante

Iscritto il: dom nov 20, 2011 10:50 am
Messaggi: 8
anonimosuper ha scritto:
Ciao ragazzi, mi chiamo anonimosuper.
Oggi voglio portarvi a conoscenza di qualcosa che secondo me vi darà coraggio.
Premetto che anch'io soffro (soffrivo?) di eritro. Col tempo sono riuscito ad acquistare maggiore sicurezza, ho incominciato ad usare un paio di creme che mi hanno aiutato a limitare la sudorazione del viso, ma soprattutto ho studiato a fondo il problema che mi assillava e adesso posso dire di essere in una situazione stabile.
Una cosa molto importante che ho imparato col tempo è che il rossore è un problema SOLO per noi.
Se provate a chiedere ad un amico, mentre vi siete "accesi", cosa ne pensa del vostro rossore, lui vi risponderà dicendo: "in effetti sei un pò rosso, ti fa caldo?"
Ecco...la conclusione a cui sono giunto è che molto spesso il rossore che noi temiamo così tanto, non viene affatto percepito dal nostro interlocutore. Fateci caso: quando parlate con una persona, magari con un estraneo, fate caso al colore del suo viso??? Non credo proprio. Anche se magari diventa boreaux, non lo noterete eccessivamente e penserete al fatto che ha caldo (ma probabilmente non lo penserete neanche).
Questa convinzione è stata per me una benedizione.
Ho incominciato a "studiarmi" e ho scoperto che quando credevo di essere al massimo della vampata (voi sapete a cosa mi riferisco :D), beh in realtà non era poi così strano il mio viso, anzi ho incominciato a notare tantissima altra gente con la mia stessa "colorazione" e a cui non avevo MAI fatto caso prima..Quando avete la vampata, voi dovete pensare che l'interlocutore non se ne sta accorgendo e fidatevi che nella maggior parte dei casi non se ne accorgerà.
Quindi ragazzi fatevi coraggio e ricordate che il rossore nella stragrande maggioranza dei casi lo percepite solo voi dentro, ma fuori non è poi così evidente.
Molti di voi diranno:"Si vabbè...intanto quando sono tutto rosso/a la gente me lo dice,me lo fa notare".
Sapete perché? Perché quando la vampata arriva noi eritrofobici abbiamo il vizio di dare i numeri. Nel senso che incominciamo a balbettare, a tremare, a fare un sorriso strano ed è questo ciò che viene notato dall'interlocutore che improvvisamente farà caso anche al rossore, perché avrà notato un cambiamento strano di comportamento, quindi non sarà più concentrato sulle parole ma incomincerà a cercare di capire cosa sta succedendo e puffff scoprirà anche il rossore...

Ragazzi credetemi seguite il mio consiglio. Quando diventate rossi, CONTINUATE A FARE QUELLO CHE STAVATE FACENDO, continuate a parlare, gesticolare, scherzare e non verrete notati...a fine serata provate a chiedere a qualche amico intimo se si è accorto del vostro rossore..alla sua risposta capirete di quanto siate stati sciocchi per tutto questo tempo.

Ricordo quando tempo fa, adottando questa tecnica di menefreghismo verso il rossore, a fine serata una ragazza mi disse: "tu sei proprio pazzo, mi hai fatto divertire tantissimo" e pensare che io poco prima mi chiedevo: "chissà cosa avrà pensato del mio rossore"...invece non se n'era accorta per niente.

Io sono la testimonianza che l'eritrofobia può scomparire e fidatevi se siete un pò coraggiosi se ne andrà dal mattino alla sera e vi sentirete rinati. Ed è per questo che alla domanda: "Si può risolvere il problema dell'eritrofobia?" Io adesso rispondo con assoluta certezza: "Certo che è possibile e non è neanche difficile" :D

Il vostro anonimosuper.

Ciao.



assieme allo scritto dell'utente "boh", questo è quello più significativo o cmq uno di quelli più significativi che ho trovato. E' così che bisogna fare, nonostante vi siano sudate e arrossate, non bisogna fuggire, non bisogna fermarsi, ma fare quello che si stava facendo, in poche parole fregarsene..


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer nov 30, 2011 4:27 pm 
Non connesso
Pratico
Pratico

Iscritto il: gio nov 05, 2009 2:35 pm
Messaggi: 57
Hai perfettamente ragione, però a volte è veramente difficile!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab dic 24, 2011 2:18 pm 
Non connesso
Principiante
Principiante

Iscritto il: sab dic 24, 2011 2:00 pm
Messaggi: 13
grazie per le tue parole animosuper, leggere che qualcuno ce la fa a superare questo problema mi dà un po' di coraggio e speranza ;)

http://bastarrossire.altervista.org


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it