fattori dovuti all'arrossire

Paura di arrossire, esperienze a confronto tra chi soffre di questo disturbo.

Moderatore: abax

fattori dovuti all'arrossire

Messaggioda sam » dom mar 13, 2011 11:46 pm

Leggendo i vari topic, e cmq rifacendomi anche a miei concetti, l'arrossire spesso è dovuto a:


-eccessiva paura di non raggiungere la perfezione, tendenza al perfezionismo

-eccessiva importanza all'immagine, si tiene troppo alla propria immagine

-insoddisfazione di se stessi

-incapacità di accettarsi, non ci si accetta, si tende a pretendere sempre di più da se stessi

-eccessiva importanza che si da al giudizio altrui, direi, eccessiva sensibilità nei confronti del giudizio altrui



Tutto ciò si riflette a livello inconscio con rossori( o sudate).

Spesso tali elementi sono caratteristici di persone che non sonon neanche consapevolmente bloccate, o timide, quindi persone non timide o estroverse che, tendono a essere frenate, dal loro inconscio (proprio perchè arrossire è una cosa inconscia).



Poi spesso cosa succede, che non solo è il tuo inconscio che cerca di frenarti, ma qualcuno ti fa sentire in colpa

che arrossisci, e di conseguenza, se si innesca la fobia e il circolo vizioso, sei consapevole che arrossisci, inizi

ad aver paura, e ad esser frenato, non solo dal tuo inconscio, ma anche da te stesso in maniera consapevole, siccome,

la paura, è una sensazione consapevole. Inizi così ad aver sempre più paura, a provare vergogna perchè, dalla società,

l'arrossire è visto come un'inestetismo, o meglio, come una debolezza, anche se in realtà così non è.

Tanto poi sta poi nell'intelligenza delle persone che ti stanno attorno, spesso, quasi sempre, da ciò che ho letto, la fobia dipende da questo.

E così la vita può diventare sempre più difficile.
sam
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mer mar 09, 2011 11:59 am

Re: fattori dovuti all'arrossire

Messaggioda Fire » mar mar 15, 2011 12:31 am

Anche secondo me non è corretto associare l’eritrofobia con la timidezza, personalmente sono sempre stata molto estroversa, capogruppo sin da bambina, capitano di squadra quando praticavo sport, finché all’età di 20 anni mi è apparsa questa strana reazione di fronte ad un episodio banale.
Determinante è QUANDO accade, a me è capitato in un momento di particolare debolezza, avevo subito il mio primo fallimento personale e contemporaneamente la mia situazione famigliare era piuttosto instabile… ecco quel rossore che forse era all’epoca un modo per chiedere aiuto a qualcuno.

Vero anche che tendo ad essere ipercritica con me stessa, forse non accetto i miei limiti e dovrei avere un atteggiamento più tollerante, rilassato, a tratti meno paranoico. Che dire, invidio tanto chi ci riesce
Fire
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 2
Iscritto il: sab mar 05, 2011 7:07 pm

Re: fattori dovuti all'arrossire

Messaggioda PHILL » mar mar 15, 2011 10:16 pm

Il rossore è causato solamente dall'imbarazzo, l'imbarazzo è la confusione mentale di chi non sa assolutamente come reagire in determinate situazioni. La timidezza è solo un esempio.
PHILL
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ott 06, 2010 6:16 pm

Re: fattori dovuti all'arrossire

Messaggioda abax » ven mag 13, 2011 5:04 pm

Benvenuti Sam e Fire! :)
Scusate il ritardo: ultimamente ho sempre più spesso periodi di assenza dal forum.
Sicuramente tutte le cose che dite c'entrano. Vorrei dire però che, se è vero che il problema scaturisce magari nel momento in cui qualcuno ce lo fa notare (e il fatto che lo notino ci rende più vulnerabili alla cosa), è anche da dire che siam noi a dargli importanza: se uno se ne frega, la cosa non sussiste.
Sicuramente può esserci un qualche episodio scatenante (come d'altronde credo succeda per molti problemi psicologici), però a mio parere le basi del problema stanno nell'infanzia e nell'adolescenza, e in particolare dal fatto che ci han reso ansiosi e insicuri (facendoci sentir inadeguati) i nostri genitori.
Abax
"United we stand, divided we fall"
"It is not our differences that divide us. It is our inability to recognize, accept, and celebrate those differences" (Audre Lorde).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Re: fattori dovuti all'arrossire

Messaggioda eri » dom mag 29, 2011 6:05 am

sam ha scritto:Leggendo i vari topic, e cmq rifacendomi anche a miei concetti, l'arrossire spesso è dovuto a:


-eccessiva paura di non raggiungere la perfezione, tendenza al perfezionismo

-eccessiva importanza all'immagine, si tiene troppo alla propria immagine

-insoddisfazione di se stessi

-incapacità di accettarsi, non ci si accetta, si tende a pretendere sempre di più da se stessi

-eccessiva importanza che si da al giudizio altrui, direi, eccessiva sensibilità nei confronti del giudizio altrui



Tutto ciò si riflette a livello inconscio con rossori( o sudate).

Spesso tali elementi sono caratteristici di persone che non sonon neanche consapevolmente bloccate, o timide, quindi persone non timide o estroverse che, tendono a essere frenate, dal loro inconscio (proprio perchè arrossire è una cosa inconscia).



Poi spesso cosa succede, che non solo è il tuo inconscio che cerca di frenarti, ma qualcuno ti fa sentire in colpa

che arrossisci, e di conseguenza, se si innesca la fobia e il circolo vizioso, sei consapevole che arrossisci, inizi

ad aver paura, e ad esser frenato, non solo dal tuo inconscio, ma anche da te stesso in maniera consapevole, siccome,

la paura, è una sensazione consapevole. Inizi così ad aver sempre più paura, a provare vergogna perchè, dalla società,

l'arrossire è visto come un'inestetismo, o meglio, come una debolezza, anche se in realtà così non è.

Tanto poi sta poi nell'intelligenza delle persone che ti stanno attorno, spesso, quasi sempre, da ciò che ho letto, la fobia dipende da questo.

E così la vita può diventare sempre più difficile.


Mi ritrovo in molte cose di ciò che hai scritto.

Da come si evince comunque la fobia dipende da due elementi: da noi, dagli altri.
Direi che dipende più da noi, ma anche gli altri possono andare ad incidere.
eri
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 4
Iscritto il: ven mag 27, 2011 4:48 pm

Re: fattori dovuti all'arrossire

Messaggioda eri » dom mag 29, 2011 6:07 am

abax ha scritto:
Sicuramente tutte le cose che dite c'entrano. Vorrei dire però che, se è vero che il problema scaturisce magari nel momento in cui qualcuno ce lo fa notare (e il fatto che lo notino ci rende più vulnerabili alla cosa), è anche da dire che siam noi a dargli importanza: se uno se ne frega, la cosa non sussiste.


Io vorrei riuscire tanto a fregarmene, ma non ci riesco mai.


abax ha scritto:
a mio parere le basi del problema stanno nell'infanzia e nell'adolescenza, e in particolare dal fatto che ci han reso ansiosi e insicuri (facendoci sentir inadeguati) i nostri genitori.
Abax



sicuramente due aspetti giocano un ruolo importante nella costruzione dell'inconscio: società ed educazione
eri
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 4
Iscritto il: ven mag 27, 2011 4:48 pm

Re: fattori dovuti all'arrossire

Messaggioda mason » mer giu 15, 2011 9:07 pm

sam ha scritto:

Spesso tali elementi sono caratteristici di persone che non sonon neanche consapevolmente bloccate, o timide, quindi persone non timide o estroverse che, tendono a essere frenate, dal loro inconscio (proprio perchè arrossire è una cosa inconscia).



Poi spesso cosa succede, che non solo è il tuo inconscio che cerca di frenarti, ma qualcuno ti fa sentire in colpa

che arrossisci, e di conseguenza, se si innesca la fobia e il circolo vizioso, sei consapevole che arrossisci, inizi

ad aver paura, e ad esser frenato, non solo dal tuo inconscio, ma anche da te stesso in maniera consapevole, siccome,

la paura, è una sensazione consapevole. Inizi così ad aver sempre più paura, a provare vergogna perchè, dalla società,

l'arrossire è visto come un'inestetismo, o meglio, come una debolezza, anche se in realtà così non è.

Tanto poi sta poi nell'intelligenza delle persone che ti stanno attorno, spesso, quasi sempre, da ciò che ho letto, la fobia dipende da questo.

E così la vita può diventare sempre più difficile.


Il fatto che arrossire e sudare son inconsci, rende il tutto un pò ambiguo. Nel senso da una parte è positivo che siano inconsci, proprio perchè se non hai la fobia, non ti bloccano. Ma dall'altra, proprio perchè sono inconsci, non si può arrossire o sudare in base alla propria volontà.
mason
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: mer giu 15, 2011 8:57 pm

Prossimo

Torna a Eritrofobia, Eritrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

cron