problemi fin da piccoli???

Paura di arrossire, esperienze a confronto tra chi soffre di questo disturbo.

Moderatore: abax

Messaggioda abax » lun feb 26, 2007 3:03 am

Però Erikioba parlarne può aiutare (lo testimoniano gli utenti che son riusciti a farlo). Cmq tu confermi che una madre molto protettiva può favorire l'eritro: io credo che genitori che si preoccupano per tutte le esperienze dei figli possano anche trasmettere una certa insicurezza...(ad esempio mi ricordo la mia "ex", che non era eritro però era estremamente insicura e aveva genitori che la controllavano parecchio). Nel mio caso, ad esempio, mia madre m'ha trasmesso (direi "ereditarietà", anche se non in senso genetico) una forte ansia...
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Re: nel mio caso

Messaggioda paky » mar feb 27, 2007 5:11 am

Erikioba ha scritto:Nel mio caso è ereditaria..... io ho avuto un infanzia felicissima. i miei certo sono iper-protettivi anzi quasi addirittura anti-costruttivi per me che ho 17 anni. pensate che n mi vogliono neanche far prendere la patente tra qualche mese compio 18 anni. cmq mia madre.. l'ho presa da lei. nn ci siamo mai confidate ma l'ho vista più volte arrossire e comportarsi come me.. e lei idem.. anche se non ce lo diciamo entrambe ne siamo consapevoli. Cmq per me l'eritro è una cosa talmente intima ( anche di più di parlare di sesso o altro con la propria madre) che mi imbarazzo da morire se qualcuno lo sapesse. di conseguenza nn lo sa nessuno.

ciao erikioba,per quanto ho letto le nostre storie sembrano analoghe,ank'io a giorni compio 18 anni e soprattutto nessuno sa del mio "segreto"...ma...stanotte ho deciso di dirlo a qualkuno della mia famiglia,e speriamo ke almeno questa volta avrò il coraggio :oops:
se hai la forza di dirlo anke tu a qualkuno ti consiglio come un fratello di farlo(e credimi non ce qualcuno che ti possa comprendere più di me..).
vedrai che sicuramente ce la faremo! :wink:
paky
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: mar feb 13, 2007 5:43 am

Messaggioda ANGELA » mar apr 10, 2007 8:51 pm

Ho trovato questo post molto interessante e vi dirò la mia perchè anche io ho cercato sempre di individuare la causa di queste mie vampate improvvise (associate ad eritrosi ).Ho avuto una infanzia abbastanza tranquilla ,genitori protettivi ma nn troppo ma la cosa ke ho notato è che sia mia padre che mia zia soffrono di questo problema,quindi penso di averlo da una parte ereditato da loro.La cosa + bella (per modo di dire) è che entambi i miei fratelli ne soffrono specialmente il + piccolo e ora che stà crescendo mi sembra di rivedere in lui gli stessi miei comportamenti alla sua età :abbassare lo sguardo incrociando quello degli altri mentre arrossisce violentemente ,le sue rinunce per la paura di arrossire ,scuse che inventavo anke io per evitare situazioni "percolose" .Sicuramente a tutto ciò ha contribuito una profonda insicurezza e scarsissima fiducia in me stessa e un carattere profondamente ansioso che và in agitazione per ogni minimo problema.ciao.
Avatar utente
ANGELA
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 9
Iscritto il: dom apr 08, 2007 8:02 pm
Località: AVELLINO

Messaggioda Yuki » mer apr 11, 2007 8:21 am

Io ho avuto una infanzia abbastanza felice ma al contrario di altri era mia mamma la figura autoritaria ma nello stesso tempo era anche la mia migliore amica.
Praticamente mi sgridava tutti i giorni e quando litigavamo io piangevo per delle ore e stavo veramente molto male.
In ogni caso il mio atteggiamento nei suoi confronti è cambiato quando sono andata a vivere da sola perchè non vedevo + una figura autoritaria ma una persona adulta come me con pregi ma anche con difetti e questo posso dire che mi è stato molto d'aiuto!
Yuki
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 10
Iscritto il: gio dic 14, 2006 1:56 pm

Messaggioda abax » ven apr 13, 2007 10:15 am

Io Angela spero che tuo fratello sia ancora adolescente, perchè in quell'età è considerato normale essere un po' eritrofobici, e a volte la fobia se ne va da sola con l'età adulta...A proposito dell'eredità, volevo dirti come essa potrebbe esser dovuta non solo a fattori genetici, ma anche all'apprendimento di comportamenti e reazioni degli adulti da parte dei bambini...
Anche se io ancora ogni 15 giorni torno a casa, anche a me Yuki ha aiutato molto cambiare città, allontanarmi dai miei e dalla loro idealizzazione da una parte, e dai rancori verso di loro dall'altra...
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda ANGELA » sab apr 14, 2007 6:39 pm

abax ha scritto:Io Angela spero che tuo fratello sia ancora adolescente, perchè in quell'età è considerato normale essere un po' eritrofobici, e a volte la fobia se ne va da sola con l'età adulta...A proposito dell'eredità, volevo dirti come essa potrebbe esser dovuta non solo a fattori genetici, ma anche all'apprendimento di comportamenti e reazioni degli adulti da parte dei bambini...

ciao abax ti volevo chiedere qualche altra spiegazione su quello che mi hai detto a riguardo dell"apprendimento di comportamenti degli adulti...."per quanto riguarda mio fratello è ancora adolescente e spero per lui davvero,che riesca a superare con l'età il problema .Secondo te se gli ne volessi parlare farei male?anche perchè lo vedo terribilmente in imbarazzo per quello che gli succede.Grazie.
Avatar utente
ANGELA
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 9
Iscritto il: dom apr 08, 2007 8:02 pm
Località: AVELLINO

Messaggioda abax » sab apr 14, 2007 9:19 pm

Non so spiegarti bene Angela, ma l'eritrofobia fino ai 17-18 anni si considera "subclinica", perchè superabile semplicemente con la "crescita", e dunque fattore legato all'infanzia e all'adolescenza...se permane anche in età adulta, allora è eritrofobia "vera", diciamo...
Anche sul parlargliene o meno...beh, secondo me non si può andar da uno a dirgli: "tu hai un problema", perchè si rischia di scatenare solo una reazione di fastidio e di chiusura da parte sua...
Ti dico la mia opinione però...
Di solito le persone, quando voglion comunicare qualcosa di "delicato", lo fanno partendo alla larga...Spesso gli adulti scoraggiano i bambini e i ragazzi con risposte tese a sminuire o (almeno nelle intenzioni, quando poi l'effetto è tutt'altro) a confortare, dare consigli saggi...
In realtà, queste risposte sortiscono sovente l'effetto di far sentire il giovane incompreso e frustrato, facendogli passar la voglia di continuare...
Ergo, ti consiglio più che altro di non "zittire" tuo fratello in questo modo, ma di essere invece attenta ai suoi tentativi di comunicare, lasciandolo parlare, incorraggiandolo a dire quello che ha bisogno di esternare...
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4505
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Precedente

Torna a Eritrofobia, Eritrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron