CENA DA 20 XSONE!!

Paura di arrossire, esperienze a confronto tra chi soffre di questo disturbo.

Moderatore: abax

Messaggioda PeterPan71 » dom feb 18, 2007 12:54 am

Ciao Erikioba, ho letto il tuo problema della cena è se mi permetto di darti un consiglio è solo in virtù del fatto che ho il doppio dei tuoi anni.
Non ti consiglio da eritrofobico perchè ancora oggi ne soffro, anche se di meno.
Se ti è possibile cerca di evitare questa cena dicendo al tuo ragazzo semplicemente che ti sentiresti a disagio o quanto meno scegli tu il locale, magari in un posto a te familiare.
Ti consiglio di evitarlo (sempre se ti è possibile) per il semplice fatto che queste 20 persone sono gli amici del tuo ragazzo, quindi quasi sicuramente ci saranno altre cene con loro, forse ogni settimana e dovresti puntualmente fare uso di betabloccanti.
Poi ci sarà l'università è daglie di nuovo con i farmaci, poi dovrai conoscere i genitori di lui è ancora farmaci e così per altre decine di situazioni che ti aspettano ancora .
Non ti voglio assolutamente scoraggiare, ma prima di buttarti in una cura chimica cerca una cura spirituale, cerca di essere meno precipitosa nelle decisioni e prenditi il tuo tempo (sei così giovane).
Auguri di cuore
PETERPAN
Nessuno è nato sotto una cattiva stella
ci sono piuttosto persone che non guardano il cielo
(Dalai Lama)
Avatar utente
PeterPan71
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 23
Iscritto il: gio gen 25, 2007 12:15 am

Messaggioda abax » dom feb 18, 2007 1:33 am

Bentornato Peter Pan! :)
A dir la verità, mi dissocio dal tuo consiglio per Erikioba di NON andare alla cena, perchè a rinunciare alle situazioni gliela si dà vinta all'eritro, rafforzandola inoltre...
Erikioba: come t'han detto, ci vuol la ricetta, e in più condivido con Peter Pan che non si possa lasciare ai soli farmaci la cura del disturbo...
Quanto al parlarne agli altri, è vero che all'inizio ti rispondono dicendo: "Ma che problema è?", e questo di sicuro continuano a dire se tu insisti a ribadire: "ma per me arrossire è un problema!".
Ma quel che devi spiegare loro è il fatto di sentirsi scoperti, messi a nudo...e allora facilmente poi riescono a far collegamenti con situazioni che crean disagio a loro...
Quanto al "beta": è fenomenale se devi parlare in pubblico perchè impedisce che il battito ti vada a 1000; sulle cene cmq aiuta molto...rallentando il battito cardiaco, pone un forte freno alle vampate, e il fatto di saperlo automaticamente ti tranquillizza...
Ovviamente non va preso (o la situazione va studiata attentamente col medico) in caso di problemi cardiocircolatori, o respiratori, e non va fatto sport nelle ore successive...Va preso un'ora prima dell'evento, 25 mg (tipicamente, 1/4 di pastiglia...).
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4499
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda PeterPan71 » dom feb 18, 2007 1:53 am

Ciao Abax ero sicuro che non saresti stato daccordo con me, ed hai completamente ragione.
Il fatto è che sono stanco di sentire ragazzi che non riescono a vivere completamente la loro vita, forse sono stato un pò troppo drastico, quello che intendevo dire in realtà è di cercare di spostare questa cena magari in tempi più favorevoli, magari dopo averne parlato con lui in modo da trovare un alleato che ti aiuti in casi estremi e poi perchè no magari in estate presentandosi con una bella abbronzatura in un locale dove si cena all'esterno di sera.
P.S. Ne ho parlato con mia moglie!!!!!!!
PETER
Nessuno è nato sotto una cattiva stella
ci sono piuttosto persone che non guardano il cielo
(Dalai Lama)
Avatar utente
PeterPan71
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 23
Iscritto il: gio gen 25, 2007 12:15 am

Messaggioda Erikioba » dom feb 18, 2007 12:54 pm

PeterPan71 ha scritto:Ciao Erikioba, ho letto il tuo problema della cena è se mi permetto di darti un consiglio è solo in virtù del fatto che ho il doppio dei tuoi anni.
Non ti consiglio da eritrofobico perchè ancora oggi ne soffro, anche se di meno.
Se ti è possibile cerca di evitare questa cena dicendo al tuo ragazzo semplicemente che ti sentiresti a disagio o quanto meno scegli tu il locale, magari in un posto a te familiare.
Ti consiglio di evitarlo (sempre se ti è possibile) per il semplice fatto che queste 20 persone sono gli amici del tuo ragazzo, quindi quasi sicuramente ci saranno altre cene con loro, forse ogni settimana e dovresti puntualmente fare uso di betabloccanti.
Poi ci sarà l'università è daglie di nuovo con i farmaci, poi dovrai conoscere i genitori di lui è ancora farmaci e così per altre decine di situazioni che ti aspettano ancora .
Non ti voglio assolutamente scoraggiare, ma prima di buttarti in una cura chimica cerca una cura spirituale, cerca di essere meno precipitosa nelle decisioni e prenditi il tuo tempo (sei così giovane).
Auguri di cuore
PETERPAN


Diciamo che avevo pensato ad una miscela tra le due cose. allora i suoi amici li dovrò conoscere di sicuro, magari però gli consiglio in disco che sarebbe meglio, anzi perfetto! nn so se sn l'unica eritrofobica che ama le disco (tutto buio!!!!) ma penso proprio di no!! In quanto ai betabloccanti vorrei almeno provarli perchè prima o poi ci parlerò con questa gente senza musica che rimbomba nelle orecchie.. per quanto riguarda il fatto che nn riusciamo a viverci la vita peter pan, purtroppo siamo stati un pò "maledetti" questo è vero, però è sempre meglio di esser nati paralizzati o chissà cos'altro no?? basta saper trovare sempre una "soluzione" anche se momentanea, e quella prova che abbiam superato quanto ci rende felici?? a me un sacco. Certe interrogazioni se ho studiato e l'argomento mi piace, dimentico la mia fobia e mi esce un capolavoro. Nn vi so spiegare le soddisfazioni che do a me stessa in quei momenti. lo sapete cosa penso?? Noi eritrofobici riusciamo a cogliere la vera bellezza anche nelle cose più semplici (o soprattutto); io NON MI ANNOIO quasi mai, solo per il fatto che siamo quasi sempre in ansia come facciamo ad annoiarci? abbiamo molti più stimoli, l'adrenalina a mille e certe cose che per altri nn hanno significato per me valgono tantissimo; prendete per esempio un caffè con il vostro ragazzo, ecco per me quello vale moltissimo perchè è uno di quei momenti in cui mi sento tranzuilla e felice.
Erikioba
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio feb 15, 2007 8:33 pm

Messaggioda abax » lun feb 19, 2007 2:27 am

Peter, mi fai piacere che tu ne abbia parlato con tua moglie e consigli agli altri comportamenti analoghi ora! :)
Beh, il fatto di conoscerli in discoteca Erikioba mi pare un'ottima idea: a me le disco non piaccion per altri motivi, ma di certo se c'è un problema che non esiste lì è il rossore...In pratica, raggiungeresti il compromesso che dice Peter senza dover aspettare mesi...
Sai, in effetti credo che caratteristica di noi eritro sia il costante stato di attivazione, lo stare in ansia sempre, e secondo me, anche se di certo ci evita di andare in depressione (a meno che non decidiamo di far sparire l'ansia rinunciando a vivere per l'eritro...) e di essere amorfi, tuttavia non lo ritengo molto salutare... :(
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4499
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda Luca » gio feb 22, 2007 5:07 pm

L'idea di incontrarli in disco quindi in luogo buio incasinato fà perdere la sensazione di essere al centro dell'attenzione quindi è perfetto
Consiglio a chi volesse conoscere in modo scientifico il nostro problema un libro che stò leggendo ma non sò se posso fare pubblicità.
abax posso scrivere il titolo o no?
Luca
Pratico
Pratico
 
Messaggi: 34
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:55 am

Messaggioda abax » ven feb 23, 2007 2:12 am

Sì, sui libri li censuriamo solo se abbiamo il sospetto che l'autore possa venir qui a farsi pubblicità...
abax
Veterano
Veterano
 
Messaggi: 4499
Iscritto il: gio dic 14, 2006 3:14 am
Località: Reggio Emilia

Precedente

Torna a Eritrofobia, Eritrosi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron